Mercoledì, 19 Maggio 2021
Elezioni comunali provincia di Brescia 2013

Comunali Brescia 2013: info su schede bianche e contestate

Quando una scheda dev'essere considerata bianca? Come comportarsi in caso venga contestata? Ecco tutte le informazioni utili

SCHEDE BIANCHE - Si considerano bianche le schede che, regolarmente munite del bollo e della firma, non portano alcuna espressione di suffragio, né segni o traccia di scrittura. Del numero delle schede bianche, delle schede nulle e dei voti di preferenza dichiarati nulli deve essere presa nota nel verbale. Le schede bianche, le schede nulle e i voti di preferenza nulli vanno registrati,separatamente, sulle tabelle di scrutinio negli appositi prospetti.

SCHEDE CONTESTATE - Durante lo scrutinio possono nascere incidenti ed essere sollevate contestazioni sulla validità di qualche scheda o di qualche voto. Sull’assegnazione o meno dei voti contestati decide in via provvisoria il presidente del seggio, sentiti gli scrutatori, fermo restando che contro le operazioni per la elezione del sindaco e del consiglio comunale è comunque ammesso ricorso dopo la proclamazione degli eletti dinanzi al competente tribunale amministrativo regionale.


Spetterà, quindi, alla capacità ed alla sagacia del presidente il compito di frustrare ogni eventuale tentativo di sollevare, senza fondato motivo, incidenti e contestazioni per turbare l’andamento delle operazioni. Nel verbale deve essere indicato il numero totale delle schede contestate e non attribuite, che costituirà la sommatoria del numero delle schede contenenti voti ai candidati a sindaco contestati e non attribuiti e il numero delle schede contenenti voti alle liste di candidati alla carica di consigliere che, in quanto contestati, non sono stati comunque attribuiti al candidato sindaco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali Brescia 2013: info su schede bianche e contestate

BresciaToday è in caricamento