menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni amministrative 2012, voto valido o nullo? Tutte le informazioni

Ecco le informazioni utili per esprimere nel modo corretto la propria preferenza alle elezioni comunali in provincia di Brescia, in programma il 6 e 7 maggio 2012

Ogni elettore, munito di tessera elettorale e di documento di riconoscimento, potrà recarsi a votare presso la sezione elettorale indicata nella tessera. Chi avesse smarrito la propria tessera può richiederne duplicato presso l'Ufficio elettorale del Comune negli orari di apertura e, nei giorni 6 e 7 maggio, per tutta la durata delle operazioni elettorali.

L'elettore riceverà un'unica scheda di voto di colore azzurro sulla quale saranno scritti, all'interno di appositi rettangoli, i nominativi (nomi e cognomi) di tutti i candidati alla carica di sindaco, a destra dei quali sono riportati il contrassegno o i contrassegni della lista o delle liste di candidati al consiglio comunale cui il candidato sindaco è collegato; alla destra di ciascun contrassegno si troverà stampata una sola linea orizzontale, corrispondente all'unico voto di preferenza esprimibile per l'elezione del consiglio comunale.

VOTO VALIDO
L'elettore, con la matita copiativa, potrà così esprimere il proprio voto:

-tracciando un solo segno sul nominativo del candidato alla carica di sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso. In tal modo, il voto si intenderà attribuito solo al predetto candidato sindaco;
-tracciando un solo segno sul contrassegno di una delle liste di candidati al consiglio comunale collegate a taluno dei candidati alla carica di sindaco. In tal modo, il voto si intenderà attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato;
-tracciando un segno sia su uno dei contrassegni di lista che sul nominativo del candidato alla carica di sindaco collegato alla lista votata. In tal modo, il voto si intenderà parimenti attribuito tanto al candidato sindaco che alla lista ad esso collegata;
-tracciando un segno di voto sul rettangolo recante il nominativo alla carica di sindaco ed un altro segno di voto su una lista di candidati consiglieri non collegata al candidato sindaco prescelto, con l'opzione del voto disgiunto.

L'elettore potrà altresì manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale, segnando sull'apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome) del candidato preferito appartenente alla lista prescelta, senza dover apporre alcun altro segno di voto sul relativo contrassegno, sempre che l'elettore non si sia avvalso della facoltà, prima illustrata, di c.d. voto disgiunto, cioè di esprimere il voto per un candidato sindaco diverso da quello collegato alla lista del candidato consigliere prescelto.

VOTO NON VALIDO
Generalmente ogni elemento che possa rendere riconoscibile il voto comporta la nullità dello stesso. Pertanto occorre un minimo di attenzione per evitare di invalidare il proprio voto. In più, il voto è nullo se non è chiara la volontà dell'elettore.

Se si ci si sbaglia, prima di avere inserito la scheda nell'urna elettorale, è possibile chiedere al presidente di seggio una nuova scheda. Quella riportante l'errore dovrà essere annullata in quello stesso momento e riposta in un contenitore atto ufficialmente a contenerla. Una volta riposta la scheda nell'urna, invece, non sarà possibile averne un'altra per correggere eventuali errori o far fronte a ripensamenti.

Inoltre, c'è il divieto di utilizzare all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari provvisti di fotocamera. Per assicurare il regolare svolgimento delle operazioni elettorali e garantire il principio costituzionale di segretezza del voto, a tutela della libera esplicazione della volontà dell'elettore, i presidenti di seggio dovranno affiggere all'interno della sezione, un apposito avviso contenente il divieto di utilizzare telefoni cellulari provvisti di fotocamera o altre apparecchiature in grado di registrare immagini all'interno delle cabine elettorali.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento