Elezioni comunali 2017 Mura

Fascisti in consiglio comunale: caso nazionale, interviene il Ministero dell’Interno

A pochi giorni dalle elezioni amministrative il Ministero dell'Interno ha aperto un'inchiesta sull'elezione di tre rappresentanti del Partito Socialista Nazionale al consiglio comunale di Mura

Fascisti su Marte? Niente affatto, fascisti su Mura. Il piccolo paese della Valsabbia si è guadagnato suo malgrado le pagine delle cronache locali e non: a seguito dell'ultima tornata elettorale (con la bellezza di 41 voti guadagnati sul “campo”) in consiglio comunale ci saranno anche tre rappresentanti del movimento Fascismo e Libertà, candidati per il Partito Socialista Nazionale.

Una cosa che a tratti fa sorridere, ma a tratti anche rabbrividire: per questo il Ministero dell’Interno ha aperto un'istruttoria sul caso. Il prefetto appena nominato Annunziato Vardè ha già inviato a Roma i dettagli della vicenda.

La candidatura di Mirko Poli (appunto, di Fascismo e Libertà) nel piccolo Mura fin dagli esordi è diventata un caso politico: sul tema è stata presentata anche un'interrogazione parlamentare a firma del deputato Luigi Lacquaniti, ex Sinistra Ecologia e Libertà e ora tra le file del Partito Democratico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fascisti in consiglio comunale: caso nazionale, interviene il Ministero dell’Interno
BresciaToday è in caricamento