Politica

Al via il Superticket sulla sanità lombarda

E' entrato in vigore il cosiddetto superticket sulla sanità, che prevede aggravi di spesa per i cittadini anche di trenta euro su alcune tipologie di visite ed esami. Critica l'opposizione, che fa notare come molte altre giunte regionali abbiano rifiutato di applicare un balzello utile solo a "fare cassa".

E’ entrato in vigore il cosiddetto superticket sulla sanità, che prevede aggravi di spesa per i cittadini anche di trenta euro su alcune tipologie di visite ed esami rispetto a quanto avviene in altre regioni italiane, nonostante che, durante  Conferenza Stato Regioni di giovedì, il Governo avesse dato la propria disponibilità a incontrare di nuovo le Regioni nei primi giorni di agosto per dare una risposta alla richiesta unanime dei governatori di sterilizzare, almeno fino a fine 2011, il ticket da 10 euro introdotto nella recente manovra finanziaria nazionale.

 
"La Lombardia, con l'assessore regionale al bilancio Colozzi, ha ribadito giovedì a Roma ciò che il PD dice in Regione Lombardia, ovvero che il ticket sulla specialistica è sbagliato - dichiara il consigliere regionale del PD Gian Antonio Girelli -. Tuttavia rimane una grande differenza tra la decisione della giunta regionale lombarda di applicare e rimodulare il superticket, in vigore dal primo di agosto, e quella assunta da molte altre giunte regionali che hanno rifiutato di applicare un balzello utile solo a fare cassa. Tra queste anche Veneto e Friuli, i cui governatori non hanno applicato il sovrapprezzo di 10 euro e hanno annunciato ricorso contro la decisione del Governo”.
 
La Lombardia avrebbe potuto attendere fino alla riunione tra le Regioni e il Governo anziché applicare il subito ticket. “Non stupisce più il giochetto della Lega, tanto brava con Umberto Bossi a criticare il provvedimento a Roma, quanto zelante ad applicarlo a Milano con l'assessore alla sanità Luciano Bresciani”, rincarano le opposizioni. La regione guidata da Formigoni già chiede una compartecipazione sui farmaci e l'addizionale regionale Irpef e, con i conti in ordine, forse poteva decidere di non caricare il ticket sulle spalle dei lombardi e trovare nel bilancio sanitario le risorse necessarie a sterilizzarlo.
 
Esempi di costo al cittadino di esami prima dell'introduzione del superticket, dopo e con la rimodulazione alla lombarda
 
ECOGRAFIA DELL' ADDOME SUPERIORE
€ 36,15.   Fino al 17 luglio         
€ 46,15.   Dal 18/07 al 10/7 
€ 51,45.   Dal 1° ago
 
ELETTROCARDIOGRAMMA DINAMICO (Holter)
€ 36,15
€ 46,15
€ 52,95
 
RADIOGRAFIA DEL TRATTO GASTROINTESTINALE SUPERIORE
€ 36,15
€ 46,15
€ 55,00
 
DENSITOMETRIA OSSEA CON TECNICA DI ASSORBIMENTO A RAGGI X
€ 36,15
€ 46,15
€ 55,00
 
PROVA DA SFORZO CARDIORESPIRATORIO
€ 36,15
€ 46,15
€ 66,00
 
RISONANZA MAGNETICA ARTICOLARE
€ 36,15
€ 46,15
€ 66,00
 
COLONSCOPIA
€ 36,15
€ 46,15
€ 66,00
 
TAC TORACE
€ 36,15
€ 46,15
€ 66,00
 
MEDICAZIONE COMPLESSA
€ 36,15
€ 46,15
€ 66,00
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il Superticket sulla sanità lombarda

BresciaToday è in caricamento