Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Dote unica lavoro: "Altri 10 milioni per finanziare una misura di successo"

Il progetto è destinato a sostenere percorsi di ricollocazione dei disoccupati lombardi

Con uno stanziamento di ulteriori 10 milioni di euro la Giunta regionale ha deliberato, su proposta dell'assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli il rifinanziamento della Dote Unica Lavoro - Fase II, destinato a sostenere percorsi di ricollocazione dei disoccupati lombardi con maggiore difficoltà di inserimento nel mercato del lavoro e in particolari condizioni di svantaggio.  I percorsi attivati con le doti di questo rifinanziamento dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2018. Le risorse stanziate saranno assegnate a ciascun operatore sulla base dei risultati lavorativi realizzati a favore di queste platee di disoccupati con la DUL avviata il primo gennaio 2016 e che si concluderà il 31 dicembre 2018.

 "I risultati in termini di inserimento lavorativo - ha spiegato l'assessore Rizzoli - saranno misurati sulla base del numero di contratti di lavoro stipulati grazie al rifinanziamento di oggi: gli operatori che li hanno resi concreti verranno premiati nella fase di distribuzione delle risorse della prossima edizione della Dote Unica Lavoro che partirà il prossimo primo gennaio 2019.”

Al contrario, gli operatori che si limiteranno ad erogare 'servizi a processo' di presa in carico, di accompagnamento e di formazione, non seguiti da un inserimento lavorativo, si vedranno riconosciuta una minore soglia di spesa.  Questa disposizione inserita nel provvedimento approvato dalla Giunta regionale anticipa ciò che caratterizzerà la Dote Unica Lavoro-Fase III che sarà attivata a gennaio 2019. 

"La nuova versione della misura - ha rimarcato l'assessore Rizzoli - conterrà una parametrazione del budget assegnato agli operatori soprattutto sulla base degli inserimenti lavorativi realizzati, subordinando sempre di più il riconoscimento di attività a processo alla stipula di un conseguente contratto di lavoro". 
Il rifinanziamento di 10 milioni si aggiunge ai 164 già stanziati, che dal 1° gennaio 2016 al 31 agosto 2018, data in cui la misura è stata temporaneamente sospesa in attesa dell'assegnazione di nuove risorse, hanno permesso di finanziare 124.600 percorsi di inserimento lavorativo, che nel 95% dei casi si sono conclusi con un avviamento nel mercato del lavoro. 

Con la stessa delibera, la Giunta ha stanziato 1,15 milioni per rifinanziare l'Avviso 'Reti per il lavoro', rivolto ai lavoratori provenienti da aziende in fallimento, formalmente occupati ma sospesi dal lavoro e con previsione di licenziamento, ed ai lavoratori in esubero, quale misura alternativa all'Assegno di ricollocazione nazionale destinato ai lavoratori coinvolti negli accordi di ricollocazione nei casi di cassa integrazione guadagni straordinaria per riorganizzazione aziendale o crisi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dote unica lavoro: "Altri 10 milioni per finanziare una misura di successo"

BresciaToday è in caricamento