Politica San Bartolomeo / Via Federico Palazzoli

Renzi: "Il dolore dei disoccupati sfruttato per attaccare il governo"

Il discorso del Primo Ministro all'assemblea degli industriali bresciani

Il premier Renzi all'assemblea degli industriali di Brescia

Si è conclusa nel primo pomeriggio di lunedì la visita a Brescia del premier Matteo Renzi, intervenuto all'assemblea degli industriali di Brescia nello stabilimento della Palazzoli. L'evento è stato caratterizzato da scontri tra manifestanti e forze dell'ordine, con le inevitabili polemiche a causa di una violenta reazione a colpi di manganello (guarda il video).

FOTO: Renzi a Brescia, scontri e proteste

Nel corso dell'assemblea, il Primo Ministro ha parlato a 360 gradi dell'attuale situazione economica, con un riferimento diretto anche a chi, come i sindacati, contesta il suo operato: "Si affrontino le questioni del Jobs Act. Se si vuole attaccare il governo ci sono altre strade, senza sfruttare il dolore dei disoccupati". Per il premier, è necessario "evitare un rischio pazzesco", ovvero "un disegno per dividere il mondo del lavoro". Perché, sostiene, "non esiste una doppia Italia, dei lavoratori e dei padroni: c'è un'Italia unica e indivisibile e questa Italia non consentirà a nessuno di scendere nello scontro verbale e non solo, legato al mondo del lavoro".

La riforma elettorale è stato un altro degli argomenti trattati, commentando che quella che verrà votata (ma sul tema gli annunci ormai non si contano più) sarà caratterizzata dalla semplicità: "Chi vince le elezioni governa, in modo quindi completamente rispettoso delle prerogative costituzionali".

Infine un riferimento alla sua esperienza di governo, che - come i suoi predecessori Monti e Letta - lo vede al timone del Paese senza essere stato eletto direttamente dai cittadini: "Il clima fuori è cambiato: tre mesi fa eravamo una banda di ragazzini, ora che stiamo facendo le riforme siamo diventati la quintessenza dei poteri forti, la lunga manus di chissà quali disegni, gli uomini soli al comando. Ma non c'è un uomo solo al comando, c'è un popolo che chiede di cambiare per sempre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi: "Il dolore dei disoccupati sfruttato per attaccare il governo"

BresciaToday è in caricamento