Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Kyenge a Brescia, il PD chiede le dimissioni della Beccalossi

Michele Orlando, segretario provinciale del partito: "Chi riveste cariche istituzionali importanti non può scendere in piazza contro un ministro"

"Chiediamo alla Beccalossi di rassegnare le dimissioni. Se non dovesse arrivare a questa sensibilità, ci appelleremo al presidente Maroni perché faccia in modo che nella sua squadra ci siano assessori, non contestatori a capo di un manipolo di esagitati".

Per voce del segretario provinciale, Michele Orlando, il Pd bresciano chiede le dimissioni dell'assessore al territorio della regione Lombardia, Viviana Beccalossi.

C'era anche lei, lo scorso sabato durante la visita del ministro Kyenge a Brescia, tra i contestatori del centro destra coinvolti in alcuni momenti di tensione con i manifestanti immigrati e dei centri sociali. Per sedare gli animi ed evitare che i due gruppi entrassero in contatto erano dovute intervenire le forze dell'ordine.

"Non esiste - ha dichiarato il segretario Orlando - che un assessore regionale contesti in piazza un ministro della Repubblica. Il problema non è il dissenso, che ci sta nel normale gioco democratico. Il problema, semmai, è che chi riveste cariche istituzionali importanti non può permettersi di scendere in piazza a contestare un ministro".

"La scena degli agenti della Digos che prendono di forza la Beccalossi e la allontanano lascia allibiti - ha aggiunto Orlando -. Vuol dire non avere idea del ruolo che si sta ricoprendo, di come ci si comporta nei rapporti istituzionali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kyenge a Brescia, il PD chiede le dimissioni della Beccalossi

BresciaToday è in caricamento