Politica

Desenzano: la Lega si smarca dalla giunta Anelli pensando alle elezioni

Il segretario provinciale Rolfi sull'operato della giunta Anelli: "Le scelte urbanistiche dell'Amministrazione allontanano ancora di più la Lega dal Centro Destra: solo consumo del territorio che non risponde a nessuna logica di sviluppo sostenibile"

A Desenzano del Garda, dopo  oltre tre anni durante i quali l’amministrazione di centro destra guidata da Cino Anelli ha continuato ad opporsi alle proposte ritenute prioritarie da parte del Gruppo Consiliare della Lega Nord, il neo segretario provinciale Fabio Rolfi, ritiene opportuno prendere le distanze dal sindaco e dalla sua maggioranza così composta: PDL, Civica “Comune Amico”, gruppo Indipendente e lista “Coraggio per cambiare”.

Dal 2009 infatti, la Lega Nord è passata all’opposizione proprio per il mancato rispetto del programma elettorale (come emendato da richiesta della Lega) da parte del primo cittadino di Desenzano e della sua maggioranza. Il Segretario Provinciale però, sottolinea anche come, il continuo lavoro svolto fino ad ora dai Consiglieri leghisti Rino Polloni e Paolo Formentini fosse mirato a controllare l’operato dell’Amministrazione Comunale.
La Lega, in consiglio, ha sollevato temi come quello sulla sicurezza degli edifici scolastici, (privi delle dovute certificazioni), si è opposta alla creazione del Polo del Lusso (mozione poi approvata dal Consiglio), si è mossa con interventi mirati alla salvaguardia del PLIS (mai pienamente realizzato soprattutto per quanto concerne la sentieristica)

“La Lega Nord è da sempre per la difesa del territorio, per un uso ragionevole dello stesso; non possiamo avallare o far finta di nulla di fronte a scelte di consumo del territorio che non rispondono a nessuna logica di sviluppo sostenibile o di reale esigenza del territorio ma che invece appaiono come vere e proprie speculazioni” ha affermato il segretario provinciale Fabio Rolfi.


“Alcune scelte recenti di questa amministrazione comunale stanno raccogliendo il dissenso diffuso dei cittadini e non rispondono ai valori della Lega Nord; da queste decisioni sbagliate e molto discutibili prendiamo le più nette distanze senza rinunciare ad avanzare proposte alternative e migliorative come abbiamo fatto in consiglio comunale. La politica urbanistica del centro destra a Desenzano non ci piace ed è nettamente in contrapposizione con le nostre idee sull’argomento.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desenzano: la Lega si smarca dalla giunta Anelli pensando alle elezioni

BresciaToday è in caricamento