Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Consiglio d'Europa: la prima Italiana ai vertici parla bresciano

Gabriella Battaini-Dragoni, nata a Brescia il 13 agosto 1950, è la prima donna italiana a sedere su una poltrona ai vertici della più vecchia organizzazione paneuropea

Dopo quasi 20 anni l'Italia torna a occupare un posto ai vertici del Consiglio d'Europa e per la prima volta lo fa con una donna. Eletta dall'assemblea parlamentare lo scorso giugno battendo con 133 voti contro 117 il candidato svizzero Gerard Stoudmann, Gabriella Battaini-Dragoni ha infatti ora assunto per i prossimi tre anni l'incarico di vicesegretario generale della più vecchia organizzazione paneuropea.

Nata a Brescia il 13 agosto 1950, una laurea in lingue e letterature straniere e un master in Alti Studi internazionali, Gabriella Battaini-Dragoni ha iniziato a collaborare con il Consiglio d'Europa nel '76 e nel 2001 è diventata la prima donna a ricoprire la posizione di direttore generale nell'organizzazione.

La sua elezione nel nuovo incarico è stata salutata dal ministro degli Esteri Giulio Terzi, che aveva presentato la sua candidatura a nome del Paese, come un "riconoscimento dell'impegno dell'Italia nella difesa dei diritti umani in Europa e nel mondo e un importante obiettivo".

La Battaini-Dragoni prende il posto di Maud de Boer-Buquicchio, che ha ricoperto l'incarico dal settembre del 2002. L'Italia ha già avuto due vice segretari generali: Sforzino Sforza, dall'ottobre del '68 al dicembre del '77 e Gaetano Adinolfi che ha retto l'incarico dal giugno del '78 al maggio del '93.

(fonte: Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio d'Europa: la prima Italiana ai vertici parla bresciano

BresciaToday è in caricamento