menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce il movimento "Civica per le civiche" in vista delle elezioni 2013

Lo scorso fine settimana è stato presentato il progetto "Civica per le civiche" che punta a riunire tutte le liste civiche bresciane in un unico contenitore in vista delle elezioni amministrative del 2013

La proposta arriva dall'associazione "Civica Brescia": riunire tutte le forze delle liste civiche bresciane e provare a trovare perché no un candidato sindaco unitario per le elezioni amministrative del 2013.

Si ragionerà su questa possibilità il prossimo 23 luglio in un incontro pubblico presso il Novotel a cui sono invitati tutti i cittadini per parlare della Brescia del dopo Paroli.

Nelle scorse elezioni amministrative le liste civiche hanno ottenuto un ottimo risultato con oltre il 13% dei consensi, ma si sono presentate frammentate e divise.

 Per il Professor Valter Braghini le liste civiche devono saper giocare un ruolo di perno nelle elezioni amministrative, un ruolo politico e non solo di supporto a un candidato sindaco, proponendo anche un proprio candidato sindaco.

Gabrielle Avalli, uno dei promotori dell'iniziativa, ha fissato alcuni punti chiave per quanto riguarda, il lavoro delle liste civiche e il perché di una loro unione: la partecipazione, la responsabilità, la trasparenza, l'ambiente e il ruolo del sindaco come cittadino.

"L'esperienza  - dice Avalli -mi ha portato a verificare che le istituzioni si accorgono dei problemi soltanto quanto si alza la voce, si protesta, si chiama la stampa a farsi portavoce dei disagi. C'è bisogno di scelte coraggiose e assemblee condivise di presentazione e democrazia partecipata su ogni scelta per spiegare a tutti i cittadini coinvolti nel merito. Le delibere comunali e il risultato delle votazioni debbono essere presenti on line in tempo reali. Ogni decisione inoltre deve essere finalizzata sui  principi di ecosostenibilità ed impatto zero. In ultimo il cittadino deve essere un cittadino con nuove energie per un nuovo modo di amministrare Brescia. No ai doppi incarichi, ma un sindaco a tempo pieno.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento