Cospargono di benzina e bruciano l'auto del sindaco: tre condannati

Sono Graziano Zanotti, il mandante, e Roberto Donina e Alessandro Fasano, gli esecutori, i condannati per "agguato incendiario": avevano cosparso e bruciato di benzina l'auto dell'ex sindaco Guaini

Foto d'archivio

Hanno bruciato l'auto dell'ex sindaco, eseguendo gli ordini di un terzo uomo: e non siamo nel profondo sud, in qualche paesino sperduto. Ma nel cuore della Valcamonica, a Ceto: sono stati tutti condannati. Pena di 3 anni e 4 mesi al mandante, Graziano Zanotti, e di 2 anni e 6 mesi agli esecutori, Roberto Donina e Alessandro Fasano, accusati di agguato incendiario.

I tentativi sarebbero stati addirittura due, nel dicembre del 2011 e nel luglio del 2012. Colpirono l'auto dell'ex sindaco Franco Guaini, mentre si trovava parcheggiata proprio sotto il suo ufficio. La vettura venne cosparsa di benzina, e poi incendiata.

I tre dovranno anche risarcire i danni: quasi 14mila euro proprio a Guaini, altri 5mila al Comune. E non è finita: Roberto Donina è già ai domiciliari, dopo che lo scorso febbraio aveva minacciato il sindaco di oggi, Marina Lanzetti, e sua madre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'epoca dei fatti “incendiari” Graziano Zanotti era consigliere comunale di maggioranza, mentre il sindaco era Donato Filippini. Oggi Filippini è capogruppo di minoranza: ecco perché il sindaco Lanzetti, dopo la sentenza, ne ha chiesto le dimissioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento