menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da Facebook (CSA Magazzino 47)

Foto da Facebook (CSA Magazzino 47)

Al Carmine si brucia la "vecia": ma il fantoccio ha il volto di Salvini

Infuria la polemica, a Brescia e non solo, per il tradizionale rogo della vecchia al quartiere Carmine: bruciato un fantoccio che ricorda Matteo Salvini

Infuria la polemica, sui social e non solo, per il rogo della vecchia di giovedì sera al quartiere Carmine di Brescia. E' lo storico quartiere popolare (e oggi multietnico) della città: gli organizzatori dell'evento, il Gruppo de Noalter, hanno scelto di bruciare un fantoccio le cui sembianze ricordano il ministro degli Interni Matteo Salvini.

Un gesto simbolico, hanno spiegato, il cui unico significato sarebbe quello di “bruciare il maledetto, sempre maledetto razzismo”. Il fantoccio, come riporta l'Ansa, indossava una giacca verde con lo stemma di “Casa Faugn”. Impossibile non accorgersi delle fattezze, seppur stilizzate, che richiamano il volto di Salvini.

Il rogo e le polemiche

“Non vogliamo bruciare nessuno – spiega il Gruppo de Noalter all'Ansa – Sappiamo che si tratta di un gesto inaccettabile. Abbiamo voluto solo sensibilizzare sul tema del razzismo e dell'immigrazione. L'idea è combattere il razzismo e l'avanzata dell'estrema destra”.

Tantissime le prese di posizione delle ultime ore, da una parte e dall'altra. “Con la scusa farlocca di bruciare il razzismo – scrive il senatore bresciano della Lega Stefano Borghesi – i soliti democratici danno fuoco al fantoccio di Matteo Salvini. Questo è seminare odio. Vergogna”.

L'intervento del Magazzino 47

Questo invece l'intervento del centro sociale Magazzino 47. “Una splendida serata – si legge su Facebook – come sempre organizzata da abitanti e realtà di zona. Come ogni anno, il rito della tradizione bresciana vuole che vi sia qualcosa di vecchio, un tema di cui liberarsi, da bruciare e allontanare insieme al falò”.

“Quest'anno il tema era il razzismo, l'odio e la paura. […] Uniti e sorridenti ci siamo scaldati intorno alla roba ecia, che ha assunto le sembianze di un fantoccio particolare, dalle fattezze goliardiche, simili a quelle di Salvini, e simbolo di quella violenza che vorrebbe imbarbarire e spaventare vecchie e nuove generazioni”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento