Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Dimissioni di massa, salta il Consiglio: il comune sarà commissariato

Chiusura anticipata per il mandato di Luigi Vezzoli a Capriolo: il Comune sarà commissariato fino alle prossime elezioni, già previste in primavera

Chiusura anticipata per l'amministrazione comunale di Capriolo, guidata dal sindaco leghista Luigi Vezzoli: a circa quattro mesi dalle elezioni ben sette consiglieri hanno presentato le loro dimissioni, facendo saltare il banco. Il Consiglio non ha più il numero legale per poter continuare. E dunque il paese sarà commissariato.

Un destino in larga parte già scritto, fin dalla fine dello scorso anno: quando si era dimesso il consigliere Andrea Salogni, della lista Capriolo Riparte, che di fatto con il suo voto teneva in piedi la traballante maggioranza. Ancora nel 2016 infatti tre consiglieri comunali, tra cui il vicesindaco, avevano lasciato il gruppo di governo.

Questi invece sono i sette consiglieri che lunedì mattina poco prima di mezzogiorno hanno presentato in massa le proprie dimissioni: Massimo Reccagni, Clemente Salogni e Carolina Zerbini del Gruppo civico, Amedeo Lunardi e Gianluca Ravelli di Insieme per Capriolo, Fabrizio Rigamonti di Forza Capriolo e Ovidio Brignoli, che aveva da poco sostituito Andrea Salogni, appunto dimesso nel dicembre scorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni di massa, salta il Consiglio: il comune sarà commissariato

BresciaToday è in caricamento