Politica Centro / Piazzale Arnaldo

Via le auto dal centro: un futuro tutto a piedi dall’Arnaldo a Zanardelli

Rivoluzione pedonale in vista per il centro storico di Brescia: dopo Piazza Loggia anche Piazza Arnaldo (e forse Corso Magenta e Corso Zanardelli) sarà tutta dedicata ai pedoni. Presentato anche il Piano delle Opere Pubbliche

Parola d’ordine: pedonalizzare. Seconda parola d’ordine: mobilità sostenibile. Ma sostenibile davvero: tanto che da alcune vie sparirebbero anche gli autobus. A Brescia c’è fermento per la rivoluzione viabilistica della stagione che verrà: dopo una Loggia tutta pedonale, sarà così anche per Piazza Arnaldo. Poi via il traffico anche da Corso Zanardelli e Corso Magenta.

Per gradi, ovviamente: ma l’anno buono potrebbe già essere il 2016. Tutto ruota intorno alla nuova vita dell’ex Mercato dei Grani: sarà l’epicentro di una piazza in cui lentamente scompariranno i parcheggi, e dunque le auto. Via dai mappali anche la grande aiuola centrale, al suo posto nuova pavimentazione. In auto si arriverà dunque fino alla statua, e poi si tornerà indietro.

Quella che verrà poi è tutta un’indiscrezione: ma sembra che l’intenzione della giunta capitanata da Emilio Del Bono sia quella di chiudere al traffico anche il vicino Corso Magenta, e poi anche Corso Zanardelli. Si andrà con i piedi di piombo: c’è la questione autobus da sistemare, trovare vie alternative per il trasporto pubblico senza che il servizio ne risenta troppo.

Altri progetti per il centro: quasi 6 milioni di euro per la ristrutturazione della Pinacoteca Tosio Martinengo, di pari passo con la riqualificazione della strettoia stradale che la collega fino in Via Moretto. Niente pedonalizzazione, ma un marciapiede più corposo per regalare a passanti e turisti la possibilità di passeggiare liberamente tra musei e monumenti.

Tutto nero su bianco (o quasi) nel Piano delle Opere Pubbliche, a valenza triennale, presentato in Loggia proprio giovedì. Troppo ottimismo? Sul ‘piatto’ ci sarebbero più di 40 milioni di euro di opere. Tra queste anche la riqualificazione di Via Milano, il restauro del castello, i nuovi campi sportivi del Calvesi e di Sanpolino, quasi 6 milioni per l’housing sociale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le auto dal centro: un futuro tutto a piedi dall’Arnaldo a Zanardelli

BresciaToday è in caricamento