Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Pari opportunità, Bordonali: "Un ordine del giorno per le donne tunisine"

Simona Bordonali, presidente del Consiglio comunale di Brescia e membro della commissione Pari opportunità, presenterà un Ordine del giorno in cui chiederà l'impegno a sollecitare il Governo italiano a prendere le distanze dalle ultime decisioni della costituente tunisina sul ruolo della donna nella società

Nei giorni scorsi è stato approvato da una commissione della Assemblea costituente tunisina un articolo della Costituzione in cui si dichiara che “Lo Stato assicura la protezione dei diritti della donna sotto il principio della complementarità con l'uomo in seno alla famiglia e in qualità di associata all'uomo nello sviluppo della Patria". Di fatto viene dunque stabilito come il ruolo della donna nella società tunisina sia esclusivamente di complementarità rispetto all'uomo.

Si tratta di una scelta che va nella direzione opposta rispetto a quella del riconoscimento delle pari opportunità e del ruolo della donna nella società civile.

Lo scorso novembre il premio Nobel per la Pace del 2003, l'iraniana Shirin Ebadi, ha fatto visita alla nostra città partecipando a un incontro con gli studenti bresciani in cui ha analizzato la situazione della donna e il riconoscimento diritti civili.

In quell'occasione aveva evidenziato come la situazione in diversi paesi islamici fosse ancora critica e di come in alcuni casi si stesse intraprendendo una strada preoccupante non solo in ambito sociale, ma anche in termini legislativi.


"La mia intenzione è quella di portare in commissione Pari opportunità e quindi in Consiglio - ha dichiarato  Simona Bordonali, Presidente del Consiglio comunale - un Ordine del giorno in cui chiederò l'impegno a sollecitare il Governo italiano a prendere le distanze da questa decisione della costituente tunisina e a comunicare pubblicamente la propria contrarietà, facendosi portavoce di questa istanza anche in ambito internazionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pari opportunità, Bordonali: "Un ordine del giorno per le donne tunisine"

BresciaToday è in caricamento