Politica Via Milano / Via Francesco Nullo

«Simpatizzante» di un noto terrorista, ora riempie i palazzetti di Brescia

Palazzetto gremito domenica scorsa a Brescia, in Via Nullo: quasi 3000 persone (e quasi tutti pakistani) per assistere al sermone del predicatore islamico Haji Imran Attari

Foto di repertorio

Erano quasi in 3000 al palazzetto dello sport di Via Francesco Nullo a Brescia per assistere al sermone del “maestro coranico islamico” Haji Imran Attari, vera “star” del settore anche perché le sue prediche sono considerate alla stregua di un vero spettacolo. Per intenderci: parafrasando il cristianesimo, il confronto potrebbe essere tra una preghiera tradizionale e invece un evento gospel.

Quasi in 3000 domenica scorsa per l'evento organizzato dalla comunità pakistana cittadina. Turbante (spesso) verde in testa e barba (quasi) rossa, Haji Imran Attari è tra i predicatori più famosi, impegnato anche in queste settimane in un tour che toccherà varie città della penisola.

Luci e ombre però sulla sua carriera politico-religiosa. Non mancherebbero infatti le fonti che lo vorrebbero vicino agli ambienti del terrorista islamico Mumtaz Qadri. O comunque un suo simpatizzante.

Qadri era la guardia del corpo del governatore del Punjab, in Pakistan. D'improvviso la sua conversione all'islam radicale. Riconosciuto come terrorista, è stato arrestato e poi giustiziato nel febbraio scorso. Aveva solo 31 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Simpatizzante» di un noto terrorista, ora riempie i palazzetti di Brescia

BresciaToday è in caricamento