menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
EARLY BLOCKWORKS, scultura di Antony Gormley

EARLY BLOCKWORKS, scultura di Antony Gormley

Piazza Vittoria: addio al Bigio, Gormley probabile sostituto

Testa a testa tra scultori contemporanei per sostituire il Bigio dal piedistallo di Piazza Vittoria: tra i favoriti il britannico Antony Gormley. E intanto la commissione dei 'saggi' ha deciso: "Mai più l'Era Fascista in piazza a Brescia"

Potrebbe essere un testa a testa tra tre grandi (ma non sempre così conosciuti) artisti e scultori contemporanei. Pronti a giocarsi un posto da primato nel piedistallo ormai vuoto di Piazza Vittoria a Brescia, quello che fino al 1946 sosteneva la statua del Bigio, la contestatissima ‘Era Fascista’.

Ormai è deciso, la statua più chiacchierata degli ultimi anni non tornerà dove stava, nel centro della piazza. Lo conferma la commissione dei saggi chiamata a prendere una decisione definitiva, e composta tra gli altri dal gallerista ed esperto d’arte Massimo Minini, e dai professori universitari Roberto Dolzanelli, Ruggero Egeni, Sergio Onger, Riccardo Romagnoli.

Concorda anche il sindaco Emilio Del Bono, che avrebbe già espresso il plauso alla scelta proposta dai saggi, e a sua volta avrebbe anticipato che il Bigio potrebbe comunque uscire dai magazzini, per respirare un po’ di aria. Tra le location ipotizzate anche il Castello, o il Teatro Romano. Ma pure il deposito di Via Rose (dove oggi la statua è parcheggiata) ma che verrebbe aperto al pubblico.

Per Piazza Vittoria, dicevamo, sarà testa a testa. Il favorito, su tutti, pare sia però lo scultore britannico Antony Gormley, che dovrebbe già essere a Brescia, nelle prossime ore, per un primo sopralluogo, per prendere le misure di piedistallo e piazza.

Non si esclude comunque una rimonta degli altri tre candidati: gli italiani Mimmo Palladino ed Enzo Cucchi, l’altro inglese Anthony ‘Tony’ Gregg. Per curiosità, basta fare una ricerca su Google. E non strabuzzate gli occhi, in fondo questa è arte contemporanea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento