Politica

Comune di Brescia: niente soldi alla tesoreria unica

La giunta Paroli ha inviato a Ubi - Banco di Brescia, gestore del servizio di tesoreria e di cassa dell'ente - una lettera in cui si ordina di non procedere ad alcun versamento alla tesoreria statale

Il Comune di Brescia prende posizione contro la tesoreria unica. Lo fa con una lettera con cui l'amministrazione guidata da Adriano Paroli ha intimato a Ubi - Banco di Brescia, gestore del servizio di tesoreria e di cassa dell'ente, di non procedere ad alcun versamento alla tesoreria statale, in attesa non solo della conversione del decreto legge, ma anche degli esiti delle azioni giudiziarie che il Comune di Brescia intende intraprendere.

"L'amministrazione comunale - si legge in una nota di palazzo Loggia - ritiene che la norma che prevede il versamento alla tesoreria statale delle disponibilità liquide detenute dagli enti sia palesemente lesiva dei più elementari principi costituzionali in materia di rapporti tra stato e autonomie locali".

"Il termine del 29 febbraio 2012 fissato per il versamento della prima tranche delle disponibilità liquide - conclude la nota - è addirittura antecedente alla conversione del decreto legge". Cosa che, stando all'amministrazione Paroli, "in caso di successive e probabili modifiche del testo normativo potrebbe provocare irragionevoli e ingiustificati effetti negativi all'ente, di cui l'istituto di credito sarà ritenuto direttamente responsabile".


(fonte: Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Brescia: niente soldi alla tesoreria unica

BresciaToday è in caricamento