Sabato, 25 Settembre 2021
Politica San Polo / Via Giovanni Cimabue

Il Movimento 5 Stelle di Brescia si presenta ai cittadini con un Welcome Day

"Ogni giorno arrivano numerose richieste da parte di cittadini che vogliono saperne di più o capire come potersi impegnare attivamente", fanno sapere i grillini. Per questo la decisione di una serata di presentazione venerdì sera presso la Casa delle Associazioni a San Polo

In tutta Italia desta sempre più interesse il MoVimento 5 Stelle dopo il boom in Sicilia e quello bresciano non fa eccezione, da settimane al lavoro per prepararsi alle elezioni amministrative (regionali e comunali) del 2013: "Ogni giorno arrivano numerose richieste da parte  di cittadini che vogliono saperne di più o capire come potersi impegnare attivamente", dichiarano i grillini.

L'occasione per soddisfare ogni curiosità sarà un incontro pubblico dal titolo WELCOME DAY, che si terrà venerdì 9 novembre alle 20 e 45 presso la Casa delle Associazioni, in via Cimabue 16 a Brescia (zona S.Polo).

Programma dell'evento:
- breve presentazione del MoVimento bresciano: le persone, i valori, i progetti e le motivazioni che hanno portato gli attivisti dell'associazione "Ricomincio da Grillo" all'impegno politico.
- illustrazione delle attività in corso, in particolare banchetti e laboratori civici.
- presentazione della piattaforma internet "Meet Up", da sette anni luogo virtuale di discussione e di approfondimento, e degli altri canali di comunicazione (social media e sito).
- domande libere degli intervenuti.

La serata terminerà con "un momento informale di aggregazione e conoscenza" presso un locale vicino alla Casa delle Associazioni.

Intanto, continuano anche oggi le polemiche nel movimento sul tema della democrazia interna. "Il movimento non deve ricalcare i vizi dei vecchi partiti. La fedeltà dovrebbe sparire, ci dovrebbe essere invece lealtà. Si è fedeli tra coniugi o a delle idee. La fedeltà cieca verso le persone è propria solo dei cani". Così Giovanni Favia (consigliere in Emilia Romagna) in un'intervista al al Corsera.

Favia è indicato come 'dissidente' dopo il fuori onda con le critiche a Beppe Grillo e a Gianroberto Casaleggio.

Grillo, dice Favia, "é un megafono ma noi non siamo sue marionette. Non siamo un fan club. Personalmente spero che i miei rapporti con Grillo si aggiustino col tempo ma ora per me conta la fiducia dei cittadini".

Il comico, aggiunge, "ha un'idea di garante un po' invasiva, che non solo fa rispettare le regole ma le stabilisce. E la polemica con Federica Salsi è esagerata come è sbagliato confrontarsi con un proprio consigliere sul blog, a volta basterebbe una telefonata. Ma sono certo che Federica non sarà fatta dimissionare dalla base, sanno che persona è".


"Non ci sarà comunque nessuna scissione ma credo che il movimento si evolverà anche oltre il suo fondatore. Qui in Emilia - ha poi concluso - abbiamo anticipato i successi e ora anticipiamo i problemi. E' normale che ci siano, bisogna affrontarli prima che siano in tutta Italia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Movimento 5 Stelle di Brescia si presenta ai cittadini con un Welcome Day

BresciaToday è in caricamento