Il Mercato dei Grani, la memoria di Brescia in vendita

Cesare Giovanardi e il Centro d’Informazione I SOLDI DI TUTTI: “E’ una vergogna! Cittadini fatevi sentire!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

mercato grani brescia-3La giunta PAROLI/ROLFI, con l'assessore al bilancio Di Mezza “rifugiatosi schettinianamente nel Consiglio di Sorveglianza di A2A”, ha portato Brescia verso la disastrosa condizione finanziaria di Parma.

Il Comune deve incassare entro dicembre 2012 milioni di euro, minimo 71 e forse 94, per ripianare il buco di bilancio 2012, vendendo immobili pubblici e partecipazioni azionarie. Altrimenti il Comune viene “tecnicamente” commissariato: un default politico-amministrativo e una polpetta avvelenata per la futura amministrazione.

E fra gli immobili comunali in vendita vi è il magnifico Mercato dei Grani perché probabilmente ritenuto appetibile dal mercato commerciale della ristorazione e bar che caratterizza Piazzale Arnaldo.

La giunta terremotata propone, senza il supporto di una perizia di stima, mancanza gravissima per un bene storico vincolato e di grande valore, di metterlo all'asta ad € 5.561.000, circa la metà della valutazione scandalosa del fatiscente ex Oviesse di C.so Mameli 23 € 10.444.321 pag.10 perizia Geom. Arena incaricato dal compratore Comune di Brescia.

Il VALORE COMMERCIALE del SOLO PIANO RIALZATO di mq 1.670 derivato dal canone di locazione del ristorante già presente nella zona est per 160 mq e considerando i circa €. 50.000/annui pari al 5% di redditività del capitale immobiliare, è stimabile in € 1.000.000 x 10 = € 10.000.000 senza considerare gli altri circa 1.000 mq presenti al secondo piano.

E' UNA VERGOGNA! CITTADINI FATEVI SENTIRE!

Torna su
BresciaToday è in caricamento