Permessi di soggiorno, nuova manifestazione: Brescia blindata

Nonostante gli scontri, gli arresti e i feriti degli ultimi giorni, la mobilitazione non accenna a fermarsi: "Non siamo schiavi da sfruttare nella clandestinità e nel lavoro nero!"

Un cassonetto bruciato durante la manifestazione di sabato © Bresciatoday.it

“La lotta per i permessi di soggiorno è cominciata! La violenza e la repressione della questura non riescono a bloccarla”.

Queste le parole con cui gli antagonisti del Magazzino 47 hanno annunciato la nuova mobilitazione a fianco degli immigrati, per protestare contro il rigetto dell’80% delle domande della Sanatoria 2012. Alla protesta hanno aderito anche Associazione Diritti per Tutti, Coordinamento immigrati CGIL, Associazione culturale islamica Muhammadiah, Associazione dei senegalesi di Brescia e provincia.

L’appuntamento è per sabato 28 marzo, con ritrovo alle 15 in piazza Loggia a Brescia. L’intera città, dopo gli scontri degli ultimi giorni, sarà letteralmente blindata da un massiccio schieramento di agenti di polizia.

Scrive ancora il Magazzino 47: “Dobbiamo continuare a lottare sempre più numerosi, con coraggio. Possiamo vincere! Per la dignità, la libertà, la giustizia. Per i fratelli espulsi e rinchiusi nei C.I.E.: li vogliamo qui, li vogliamo liberi! Non siamo schiavi da sfruttare nella clandestinità e nel lavoro nero!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento