Spending Review: Arcai scrive a Monti in difesa di scuola e cultura

"La ricchezza culturale del nostro paese e del nostro popolo - scrive Arcai - rappresenta la principale risorsa cui possiamo affidare il nostro futuro e quello dei nostri figli: tagliare i finanziamenti in questo campo significherebbe recidere le radici del nostro futuro"

Una lettera indirizzata personalmente al premier Mario Monti, in difesa dell'arte e della cultura del Belpaese. A scriverla l'Assessore bresciano alla Cultura, Andrea Arcai.

In vista dello "spending review", teso a eliminare gli sprechi e le inefficenze delle Pubbliche Amministrazioni, Monti e il suo governo vengono invitati a distinguere "fra la spesa produttiva (cioè quella che crea sviluppo) e quella improduttiva (cioè quella che crea dissesto finanziario)".

Per l'Assessore, sarebbe del tutto controproducente, in questo senso, tagliare gli stanziamenti con cui si "finanziano la storia, l'arte, la scienza, la ricerca, la scuola". Anzi, "l'integrazione tra economia, istruzione e cultura può rappresentare il lievito e il motore della rinascita nazionale".

- Taglio alle materne, genitori in rivolta: 1.716 firme di protesta

"Ulteriori tagli", scrive Arcai nel concludere, significherebbero "un'istruzione mediocre per i giovani, musei e biblioteche chiuse", nonché "degrado dei beni e dei monumenti che ci sono stati consegnati dalle generazioni passate: siamo sicuri che non è questa l'Italia che il suo Governo intende consegnare ai nostri figli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento