"Troppe regolarizzazioni respinte", i migranti scendono in piazza

La protesta pacifica dei migranti fuori dagli uffici della Prefettura, in vista della manifestazione del 29 novembre. Nel 2014, spiegano, ben 3600 domande di regolarizzazione sarebbero state respinte

"Troppe regolarizzazioni respinte". Il grido sommesso della protesta degli immigrati bresciani: nel 2014, spiegano le associazioni di Diritti per Tutti, Cross Point e Migranti CGIL, sono stati ben 3600 i permessi di soggiorno negati.

Lo hanno ripetuto giovedì, nel presidio andato in scena proprio al di fuori degli uffici della Prefettura. Un dato più che anomalo: a Brescia vengono rigettate il 70% delle richieste, in Italia soltanto il 15. Per le associazioni di categoria “una vera discriminazione”.

Proprio in quella provincia dove la quota dei migranti regolari raggiunge il 13.4% della popolazione, percentuale che s’impenna nel capoluogo arrivando a superare il 18%. Oltre a questi sarebbero almeno 20mila quelli che hanno perso il lavoro, e che ora rischiano di non vedersi rinnovato il permesso di soggiorno.

Le associazioni bresciane si preparano intanto alla manifestazione del 29 novembre prossimo. “Per protestare contro l’applicazione discriminatoria della norma – spiegano – e perché ormai è chiaro che gli uffici della Prefettura non funzionano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento