Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Rolfi: «Salto di qualità eccezionale nella direzione delle sinergie»

L'arrivo del nuovo questore ha rappresentato per il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del comune di Brescia Fabio Rolfi, un momento di riflessione su quanto svolto fin adesso per la tutela dei cittadini e su quanto, invece, rimane ancora da migliorare

L’arrivo del nuovo questore ha rappresentato per il vicesindaco e assessore alla Sicurezza del comune di Brescia Fabio Rolfi, un momento di riflessione su quanto svolto fin adesso e su quanto rimane ancora da migliorare: "La collaborazione proficua e costante con il questore Vincenzo Montemagno, che ringrazio personalmente e a nome dell'amministrazione municipale per la costante attenzione alla città, rappresenta una preziosa ed esemplare esperienza di governo dei problemi diffusi e complessi della sicurezza nelle città di oggi, che deve essere, e sicuramente sarà, rinnovata con il nuovo questore, Lucio Carluccio, al quale va il nostro più sincero augurio di buon lavoro".

"Il patto per Brescia sicura – aggiunge il vicesindaco – che ha consentito una sensibile riduzione di reati e un aumento percepibile dell’azione di presidio e prossimità, si basa proprio sulla collaborazione reciproca tra i livelli dello Stato. La nostra collaborazione sta nell’investire risorse per fornire alle forze di polizia, non solo a quella Locale, i mezzi e gli strumenti che possono essere utili per essere ancor più efficaci nel contrastare la delinquenza. Oggi non è più il tempo della competizione tra corpi o dell’inutile rivendicazione verso Roma, ma della sinergia e della collaborazione".

Tra poco, inoltre, entrerà in funzione l’interconnessione tra le centrali operative delle forze di polizia, per Rolfi "un salto di qualità eccezionale nella direzione delle sinergia tra corpi e soprattutto un obiettivo di cui da anni si parlava senza concludere nulla, e che viene realizzato ora grazie alla volontà di questa amministrazione e dai finanziamenti ottenuti con il patto Brescia sicura".
Nel giro di poche settimane, sarà invece la volta del via per il progetto di videosorveglianza in stazione, "che sopperisce a una mancanza storica e che consentirà alla Polfer di visualizzare le telecamere site dentro la stazione per intervenire in modo immediato in caso di necessità".

Aggiungendo infine, sulla possibile nuova locazione dell'ufficio immigrazione: "Ragioneremo insieme su eventuali alternative logistiche. Del resto si tratta di un ufficio importante che svolge un servizio essenziale oggi per la città; dobbiamo trovare una soluzione migliore sia per gli utenti sia per tutti i lavoratori".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rolfi: «Salto di qualità eccezionale nella direzione delle sinergie»

BresciaToday è in caricamento