Politica Centro / Piazza della Loggia

Suona la campanella in Loggia: il nuovo consiglio e il giuramento di Del Bono

Si sono aperti ufficialmente i lavori del nuovo consiglio comunale: all'ordine del giorno il giuramento del sindaco e l'elezione del presidente

Tanti sorrisi, altrettante strette di mano e alcuni volti nuovi tra i banchi dell'aula del consiglio comunale di palazzo Loggia. Martedì mattina sono cominciati ufficialmente i lavori della nuova consiliatura, la seconda a maggioranza centrosinistra, come sancito dalle votazioni dello scorso 10 giugno, vinte col 53,9 per cento dei voti dal sindaco uscente Emilio Del Bono.

Le prime votazioni di rito per convalidare l'elezione del sindaco e dei consiglieri comunali. A farla da padrone è il Pd, il partito di Del Bono, che può contare su una larga rappresentanza: ben 15  consiglieri democratici su 32 totali. I restanti 5 banchi destinati alla maggioranza sono occupati da Donatella Albini (rimasta l'unica rappresentante di Sinistra a Brescia), Fabrizio Benzoni e Dionigi Guindani per la lista Castelletti Brescia per Passione, Francesco Patitucci e il nuovo arrivato Guido Galperti per la civica Del Bono Sindaco.

All'opposizione prevale la Lega che può contare su 6 consiglieri dei 12 totali, tra cui i volti già noti Simona Bordonali (capogruppo del consiglio comunale e assessore regionale durante la giunta Maroni), Massimo Tacconi ed Elena Bonometti. Minimo storico per Forza Italia che schiera solo tre consiglieri: l'ex candidato sindaco Paola Vilardi, Mattia Margaroli e la new entry Paolo Fontana. Giovanni Francesco Acri è l'unico rappresentante di Fratelli d'Italia, così come il candidato sindaco del Movimente 5 Stelle Guido Ghidini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suona la campanella in Loggia: il nuovo consiglio e il giuramento di Del Bono

BresciaToday è in caricamento