Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Piazza della Loggia

Brescia, tornano i Consigli di Quartiere: al voto anche immigrati

La nuova "sfida di partecipazione" firmata Marco Fenaroli: 33 Consigli di Quartiere sparsi lungo il territorio cittadino, a cui potranno partecipare anche gli stranieri e i ragazzi fino ai 16 anni

Era forse uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale targata Marco Fenaroli, ora le nuova istituzionalizzazione dei Consigli di Quartiere sembra prossima alla realtà. Saranno 33 lungo il confine del territorio cittadino, i 30 già esistenti nel periodo di ‘massimo splendore’, tra gli anni ’60 e ’70, e tre nuovi di zecca tutti in arrivo dal quartiere di San Polo.

Una sfida di partecipazione, sottolinea l’assessore che ha presentato il progetto vero e proprio in Commissione, anche perché in tutti quei Comuni dove ancora esistono spesso i votanti raggiungono a malapena percentuali ‘universitarie’, forse il 5% degli aventi diritto, forse poco più.

Proprio per questo tra le ipotesi anche quella di allargare lo spettro dei potenziali interessati: non solo i residenti muniti di tessera elettorale ma anche i minorenni, fino a 16 anni, e gli stranieri con regolare domicilio.

Coinvolgimento e partecipazione, ripete Fenaroli, “per riavvicinare la gente alla politica, ma quella vera”, e non quella dei partiti. Una sorta di revival in chiave moderna, “al fine di rendere responsabile la cittadinanza delle scelte amministrative e sociali, che riguardano la comunità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia, tornano i Consigli di Quartiere: al voto anche immigrati

BresciaToday è in caricamento