rotate-mobile
Politica Via Milano

Brescia, elezioni comunali: i giovani democratici scelgono Marcello Mendini

La giovanile del Partito Democratico presenta il suo candidato: l'energia di una capitale per la continuità e l'innovazione in Loggia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Il circolo dei giovani democratici della città di Brescia, come tradizione, ha indicato la propria candidatura per il consiglio comunale nella lista del Partito Democratico. Marcello Mendini, 23 anni, è nato e cresciuto nel quartiere di Fiumicello. Laureato in scienze politiche e delle relazioni internazionali, sta completando la laurea magistrale in scienze politiche e di governo mentre lavora in un negozio del centro storico di Brescia.

Il segretario del circolo cittadino, Mateo Hernandez George spiega come: "Il circolo sta crescendo, vogliamo essere protagonisti come pungolo del partito, portando avanti le nostre tematiche con determinazione, come il progetto di Brescia città universitaria a cui abbiamo lavorato negli scorsi anni: è il momento di un ricambio generazionale che può arrivare solo con la freschezza dei più giovani".

Il segretario provinciale Paolo Apostoli ha aggiunto: "Le candidature che abbiamo sostenuto di recente hanno avuto risultati molto soddisfacenti, è la prova di una comunità determinata e partecipe". Il candidato, Marcello Mendini, ha aggiunto: "Abbiamo lanciato la campagna con lo slogan L'energia di una capitale, perché vogliamo essere il capitale umano che consente di proseguire il grande lavoro fatto dall'amministrazione Del Bono". Sempre Mendini ha spiegato: "Un tema fondamentale è Brescia città universitaria, che non si limita alle università in sé, ma è un paradigma per costruire una nuova atmosfera tra studenti fuorisede, giovani bresciani, residenti ed il tessuto socioeconomico.

Nel tema di Brescia città universitaria stanno ad esempio sia la calmierazione degli affitti che una movida sostenibile". Lo stesso sul tema del disagio giovanile: "Un tema che va affrontato dalla prospettiva dell'educazione prima che della sicurezza, ricostruendo un patto che sia prima di tutto di sostegno invece che di punizione tra istituzioni, famiglie, oratori, associazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia, elezioni comunali: i giovani democratici scelgono Marcello Mendini

BresciaToday è in caricamento