Politica

Brescia, Rolfi a Confagricoltura: "La politica agricola comune rimanga regionale"

L'assessore regionale: "L'obiettivo 2019 sarà rivedere la direttiva nitrati"

"La proposta dell'Unione europea sulla futura Politica agricola comune (Pac) è preoccupante. Oltre ai tagli economici, l'UE vuole togliere competenze alle Regioni e nazionalizzare la programmazione. Sarebbe un problema enorme per gli agricoltori, sia a livello economico che burocratico". Lo denuncia l'assessore regionale lombardo all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, intervenuto all'Assemblea provinciale di Confagricoltura Brescia.

"Regione Lombardia - aggiunge Rolfi - è in campo in una lotta serrata alla burocrazia, per aiutare gli agricoltori nel proprio lavoro. Nel 2018 siamo riusciti ad anticipare il programma di Politica Agricola Comune. Per il 2019 il nostro obiettivo è rivedere la Direttiva nitrati per ridurre le sostanze chimiche nei campi e valorizzare la materia organica".

"Nel mese di marzo - conclude l'Assessore - daremo il via a una consultazione online per capire quali sono le priorità per gli agricoltori Lombardi, in vista della prossima programmazione. Tra i temi strategici del futuro ci sono certamente l'utilizzo razionale dell'acqua e la sostenibilità ambientale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia, Rolfi a Confagricoltura: "La politica agricola comune rimanga regionale"

BresciaToday è in caricamento