Politica

Al Cafè Letterario di Acquolinae Adghirni Ahmed, politico e attivista berbero

Adghirni Ahmed (secondo a sinistra), lo chef patissier Paolo Bertholier, Wilma Zanelli giornalista, Andrea Busso (sommelier di Aquolinae)

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Al Cafè Letterario di Aquolinae Pasticceria il 'passaggio' di Adghirni Ahmed - politico e attivista berbero. Nel '95 pubblicò la versione berbera di "Giulietta e Romeo". Membro dell'ANCAP (Association Nouvelle pour la Culture et les Arts Populaires, una delle prime associazioni culturali berbere in Marocco), dal 1995 al 1997 è stato presidente del CNC (Conseil National de la Coordination, il primo organismo di coordinamento tra le associazioni), nel cui ambito pubblicò la rivista Amezday ("l'unione"). È stato anche molto attivo nell'ambito del Congresso Mondiale Amazigh, partecipando tra l'altro al "precongresso" di Saint-Rome-de-Dolan (1995) ed al primo congresso di Tafira.

Nel 2005 a Marrakesh fondò il Partito Democratico Amazigh Marocchino per contrastare il Panarabismo. Tra le attività che ha svolto a favore della diffusione della cultura berbera ha pubblicato anche il lessico di neologismi di ambito giuridico. Durante il suo primo viaggio in Italia, accompagnato da uno dei suoi figli che attualmente studia in Canada, l'avvocato Adghimi Ahmed di Rabat, parteciperà a diversi convegni tra Milano e Venezia. La sua tappa a Gardone Riviera, termina da noi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Cafè Letterario di Acquolinae Adghirni Ahmed, politico e attivista berbero

BresciaToday è in caricamento