Orzinuovi, Alternativa Tricolore: "Il comune chiuda la Moschea abusiva"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Nella zona industriale di Orzinuovi (BS), da qualche tempo, è stata aperta una "Moschea", il tutto è stato creato in un capannone affittato regolarmente dal proprietario tramite un'agenzia esterna, il PGT di Orzinuovi, però, non prevede in quella zona la creazione di luoghi di culto religioso.

Il comune ha diffidato i fedeli islamici dal praticare la preghiera in quel luogo, ma non è stato ascoltato, e nonostante i ripetuti interventi della Polizia Locale l'attività continua, e con essa un via vai di enormi proporzioni di di extracomunitari.

Il sindaco di Orzinuovi, Andrea Ratti, ha assicurato che farà di tutto per porre fine sgombrare questo capannone, il comitato "NO MOSCHEE AD ORZINUOVI" provvederà ad una raccolta firme, noi di Alternativa Tricolore, oltre a chiedere ai nostri iscritti e simpatizzanti di firmare, chiediamo l'intervento immediato dell'autorità giudiziaria, per porre i sigilli al capannone che, secondo le nostre leggi, non è idoneo ad ospitare tale attività.

Premettendo che il nostro movimento è lontano da ogni retaggio xenofobo, noi chiediamo solo che le leggi vengano rispettate, e la scusa "abbiamo diritto di pregare" non giustifica alcuna deroga alle leggi italiane. Ed invitiamo il Sindaco di Orzinuovi di non scendere a patti con chi non rispetta le leggi assegnando, magari, un luogo di proprietà comunale pagato dai cittadini onesti.

Paolo Canini

Coordinatore Regione Lombardia

Alternativa Tricolore

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento