Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Suicidio Attilio Breda, su Facebook le accuse della moglie

Adro ancora scossa dalla morte dell'ex assessore leghista, in passato accusato dall'ex sindaco Lancini di aver rubato la tesoreria di partito

Attilio Breda

Ancora sotto shock per il suicidio dell'ex assessore leghista Attilio Breda, la comunità di Adro si interroga sulle accuse incrociate lanciate all'indomani del tragico gesto dall'ex uomo di fiducia di Oscar Lancini, il sindaco leghista balzato agli onori della cronaca nazionale per aver tappezzato la scuola del paese con i "Soli delle Alpi", simbolo del Carroccio, e per essere stato arrestato con l'accusa di aver pilotato alcuni appalti, causando un danno alle casse comunali per mezzo milione di euro.

Il primo ad alzare la voce, l'avvocato e amico Lorenzo Cinquepalmi: "Un uomo troppo buono e troppo pulito per sopportare una simile e vergognosa aggressione. E' stato sottoposto a un vero linciaggio morale". Secondo Cinquepalmi, Lancini avrebbe accusato Breda di aver rubato la tesoreria della sezione di Adro della Lega Nord, proprio mentre ricopriva il ruolo di cassiere di partito.

A questa vicenda, a cui non sono seguiti strascichi giudiziari, sembra ora riferirsi anche il messaggio 'postato' su Facebook dalla moglie di Breda: "La tua morte è causa della cattiveria di chi in nome di un ideale politico gioca a fare il dittatore".

L'ex sindaco Lancini non commenta, anche perchè non è stato chiamato in causa direttamente il suo nome, e il riferimento alla sua persona al momento è solamente un'ipotesi, seppure la più probabile. Dopo le dichiarazioni dell'avvocato Cinquepalmi, aveva parlato di "ripugnante strumentalizzazione" del dramma di una famiglia "per scopi politici". Ora la famiglia sembra avere risposto.

SCORIE TOSSICHE, PECULATO E VILIPENDIO
AL CAPO DELLO STATO: L'EPOPEA OSCAR LANCINI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicidio Attilio Breda, su Facebook le accuse della moglie

BresciaToday è in caricamento