Politica

BreBeMi nel baratro: ipotesi salvataggio Governo-Regione

Costi di gestione elevatissimi e traffico ridotto al lumicino: l'autostrada BreBeMi si guarda intorno, in cerca di un aiuto finanziario. Dal Governo i primi no, dalla Regione pronti 70 milioni: "Senza soldi qua si chiude"

Senza l’intervento del Governo e di Regione Lombardia l’autostrada BreBeMi rischia di chiudere i battenti in tempi brevi. E non è l’annuncio roboante di qualche associazione ambientalista – anche se Legambiente sul tema era già stata abbastanza chiara – quanto invece le dichiarazioni del presidente lombardo Roberto Maroni. Che proprio per ‘salvare il salvabile’ ha annunciato di essere ancora disposto a stanziare 70 milioni di euro, praticamente a fondo perduto.

La BreBeMi infatti sembra non passarsela benissimo. Traffico a ranghi ridotti, costi di costruzione prima e di gestione poi cresciuti a dismisura, il boom di ‘passeggeri’ mai arrivato veramente. Si era dunque paventata l’ipotesi di un intervento governativo: 330 milioni circa di cui, appunto, una quota intorno ai 70 sarebbe arrivata direttamente dalla Regione.

Scatenando polemiche a non finire: Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente, pochi giorni fa aveva tuonato contro una scelta giudicata iniqua, per non dire scellerata, proprio in quella ‘stagione’ in cui dalla Regione già si annunciano tagli al trasporto pubblico locale per oltre 150 milioni di euro.

Il Governo intanto nicchia, per usare un eufemismo. Il ministro dei Trasporto Maurizio Lupi è stato chiaro: niente soldi per la BreBeMi, per ora. Lasciando intendere che forse prima o poi qualcosa cambierà, anche se ad oggi le priorità sono altre. Nella Legge di Stabilità in via d’approvazione, comunque, dell’ipotesi salvataggio A35 nemmeno l’ombra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BreBeMi nel baratro: ipotesi salvataggio Governo-Regione

BresciaToday è in caricamento