Svastiche e culto di Hitler: i neonazisti europei si radunano sul Garda

Sbarca a Torri del Benaco, da venerdì a domenica, il festival Boreal organizzato da Forza Nuova, considerato il raduno dei neonazisti europei. Inevitabili le polemiche

Il neonazista Daniel Carlsen sarà presente al raduno gardesano

Boreal European Meeting: da venerdì 1 a domenica 3 luglio ad Albisano, Torri del Benaco. Tradotto: il raduno europeo dell'estrema destra e dei neonazisti. Tre giorni di dibattiti, di concerti, addirittura di "manifestazioni sportive". E fa un po' sorridere (ma molto amaro) che la manifestazione abbia il patrocinio del Comune. Proprio a Torri del Benaco, medaglia d'oro per la Resistenza.

Il discutibilissimo raduno gardesano è organizzato da Forza Nuova, con il leader Roberto Fiore (segretario nazionale) tra i capofila. "L'organizzazione procede a gonfie vele - si legge su Facebook - Lo scopo del festival Boreal è quello di aggregare, praticando sport, ascoltando voci fuori dal coro e confrontandosi sulle tematiche di più stretta attualità".

Ci saranno stand gastronomici, ci sarà la partita dell'Italia in diretta. E poi incontri e dibattiti a tutto nazionalismo: tra gli invitati Laszlo Torockzai dall'Ungheria, Nick Griffin del British National Party, Udo Pastors (Npd), tra i massimi esponenti della destra tedesca e ultranazionalista. In ultimo anche il danese Daniel Carlsen, che fa comizi con svastiche alle spalle e da sempre si dice un sostenitore di Hitler.

Come se non bastasse: tra i gruppi nostrani che invece si esibiranno sul palco anche i Legittima Offesa e i Gesta Bellica. Inevitabili le polemiche politiche: l'Anpi ha già scritto al Prefetto, sul tema si sono mossi anche Partito Democratico e Movimento 5 Stelle.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i tanti ha parlato, o meglio ha scritto, anche il sindaco di Verona Flavio Tosi. Che però se n'è uscito così, su Twitter: "Difendere sempre la libertà di pensiero. Valse per i 99 Posse, nel 2014, vale ora per Boreal. È lecito essere di estrema sinistra come è lecito essere di estrema destra". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento