Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Ponte di Christo: "Sembra Lampedusa, c'è gente che arriva anche a nuoto"

Le parole del primo cittadino di Montisola Fiorello Turla, intervistato da BresciaOggi: "Mi sento come il sindaco di Lampedusa". L'ipotesi di riaprire la notte: "Forse le ultime due"

Copyright © Giovanni Pizzocolo | Bresciatoday.it

“Siamo al collasso, qua arrivano addirittura a nuoto. Bisogna davvero trovare il modo di respingere la gente, non possiamo continuare di questo passo. In questi giorni mi sento un po' come il sindaco di Lampedusa: anche ieri notte sono proseguiti gli sbarchi”.

Così il sindaco di Montisola, Fiorello Turla, intervistato da BresciaOggi. Il tema ovviamente è il flusso costante e mastodontico di visitatori: le proiezioni da qui al 3 luglio vanno ben oltre il milione, solo giovedì si sono registrate 100mila presenze.

Christo si è fermato a Montisola. “L'evento è mondiale, non potevamo certo dire di no – continua Turla – ma a dir la verità a tutto avremmo pensato tranne che a una passerella di 3 chilometri sul lago. Quando abbiamo saputo di Christo abbiamo pensato volesse impacchettare una chiesa”.

La chiusura notturna: una scelta necessaria. “In caso contrario non potremmo garantire il servizio necessario per la rimozione dei rifiuti, la pulizia delle strade e la sistemazione del tessuto”. Ma c'è un'ipotesi interessante: “Forse riapriremo le ultime due notti”. Si attendono conferme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Christo: "Sembra Lampedusa, c'è gente che arriva anche a nuoto"

BresciaToday è in caricamento