Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Mura: il sindaco Corsini non ritira le dimissioni, in primavera si vota

Il tempo è scaduto: il sindaco di Mura Umberto Corsini non ha ritirato le sue dimissione, il paese ora è commissariato. Si andrà a nuove elezioni la prossima primavera

Un paese bresciano rimane senza sindaco: sarà commissariato. Succede a Mura, piccolo Comune valsabbino (noto anche come Mura di Savallo) da poco più di 800 abitanti: l'aveva annunciato circa un mese fa, non ci ha ripensato. Il sindaco Umberto Corsini, da più di 20 anni protagonista della vita amministrativa locale, ha deciso di dare le dimissioni.

Prossima tappa: il Comune è ora commissariato, sarà "gestito" dal viceprefetto vicario Salvatore Pasquariello, che di Mura diventerà il nuovo commissario prefettizio. Un traghettatore "tecnico", almeno fino alle prossime amministrative: dovevano essere nel 2019, saranno invece la prossima primavera.

Sulla decisione di lasciare l'ormai ex sindaco Corsini aveva già detto la sua: stanco, in primis, e desideroso di passare del tempo con la sua famiglia, con i suoi cari che avrebbe troppo trascurato in questi anni.

Ne sono passati più di 20: è dal 1995 infatti che Umberto Corsini "bazzica" la vita amministrativa del paese. E' stato assessore, vicesindaco e poi sindaco per tre volte. Adesso ha deciso di lasciare, e senza alcun ripensamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mura: il sindaco Corsini non ritira le dimissioni, in primavera si vota

BresciaToday è in caricamento