Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sicurezza Centro / Piazzale Arnaldo

Un groviglio di lamiere in piazza: installazione shock per la sicurezza stradale

Un'automobile completamente distrutta a seguito di un incidente stradale: è questa l'installazione posizionata in Piazza Arnaldo per sensibilizzare sulla sicurezza alla guida

Un'automobile completamente distrutta a seguito di un incidente stradale, in bella vista in Piazzale Arnaldo: ha preso il via così la nuova campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza alla guida promossa dalla sede bresciana dell'associazione “Condividere la Strada della Vita”, la prima di una lunga serie (anche in altre piazze della provincia). “L'evidenza sulla mortalità per incidenti stradali in provincia di Brescia è allarmante – fanno sapere dall'associazione – E' la provincia lombarda col più alto numero di vittime. Per questo è necessario tenere sempre alta la guardia e investire in un efficace lavoro di sensibilizzazione cultura, con una capillare campagna di informazione unitamente a un incessante lavoro di controllo e presidio delle nostra strade”.

All'inaugurazione dell'installazione, definita di “forte impatto emotivo”, hanno partecipato anche i rappresentanti delle forze dell'ordine, e con loro il prefetto di Brescia Attilio Visconti. Nello stesso giorno la Prefettura ha convocato una riunione dell'Osservatorio sull'incidentalità stradale, per l'analisi congiunta con forze dell'ordine, amministrazioni comunali e università sul fenomeno dell'incidentalità e delle iniziative da intraprendere per la salvaguardia della sicurezza stradale.

Gli incidenti in provincia di Brescia

In tutta la Lombardia, nel 2018, si sono verificati più di 32mila incidenti stradali: il numero è in aumento anche in provincia di Brescia. L'Osservatorio convocato dalla Prefettura ha analizzato l'incremento degli incidenti con esito mortale nel 2019, escludendo in particolare che le infrastrutture stradali e l'eccesso di velocità possano aver costituito una causa scatenante dei sinistri. L'analisi della mappatura della localizzazione degli incidenti ha fatto emergere che il fenomeno è diffuso in maniera uniforme in tutto il territorio provinciale, senza che siano riscontrabili situazioni ricorrenti in zone specifiche.

L'importanza della prevenzione

La città di Brescia si pone tra le prime in Italia per le iniziative rivolte ai giovani: lo scorso anno, infatti, sono stati coinvolti più di 18mila studenti in progetti di sensibilizzazione per una guida responsabile, simulando ad esempio la guida in stato di ebbrezza. Anche le associazioni hanno promosso progetti dedicati ai giovani sui pericoli di una guida spericolata, interessando ben 10mila ragazzi

Proprio per la tutela dei più giovani, fa sapere la Prefettura, si è deciso di intensificare i controlli nei luoghi di aggregazione e nelle zone in cui sono ubicate le strutture di intrattenimento considerate più a rischio. I controlli straordinari continueranno anche nel 2020, soprattutto in orari notturni per contrastare la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un groviglio di lamiere in piazza: installazione shock per la sicurezza stradale

BresciaToday è in caricamento