Controlli a tappeto nel cuore della movida: 430 multe al mese, più di 14 al giorno

Sono questi i numeri resi noti dalla Polizia Locale: quasi 8000 multe in meno di un anno e mezzo. Controlli anche ai locali e agli esercizi commerciali

Quasi 8000 multe in meno di un anno e mezzo: 7.756 in totale, più di 430 al mese, più di 14 al giorno. Sono questi i numeri resi noti dalla Polizia Locale di Brescia, i risultati dei controlli stradali e sul traffico nell’area vasta di Piazza Arnaldo - da poche settimane, tra l’altro, completamente pedonalizzata - dal gennaio al 2018 al giugno scorso: gli agenti del comando di Via Donegani hanno concluso 27 presidi di controllo nei primi sei mesi dell’anno, e 65 negli ultimi diciotto mesi.

Traffico e sanzioni

Per quanto riguarda le sanzioni relative al traffico e alle violazioni del Codice della strada, come detto, siamo a quota 7.756 verbali. Tra questi, oltre agli immancabili divieti di sosta, si segnalano ben 189 rimozioni forzate, 31 autovetture beccate senza regolare copertura assicurativa e altre 21 senza revisione. In tutto sono 2.136 i veicoli controllati. In un anno e mezzo sono stati poi effettuati 210 alcol test, con 14 patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza.

Controlli "ad personam"

Numerosi anche gli interventi per i controlli individuali e con servizi appiedati. Sono stati elevati verbali per quasi 50mila euro in ambito di rifiuti: ben 68 le multe per conferimenti sbagliati della raccolta differenziata e per abbandono di rifiuti. Per vari reati, si contano 12 denunce a piede libero. Sono invece 13 i sequestrati per abiti o accessori contraffati: 217 i capi rimossi dalla Polizia Locale. Controlli agli stranieri: sono 93 le persone identificate.

Sanzioni amministrative: sono 104 i verbali per violazioni di tipo amministrativo. Tra questi numerosi interventi per danneggiamenti o imbrattamenti. Anche se la quota più numerosa è relativa al consumo di alcolici lontano dagli esercizi pubblici, che è vietato come recita apposita ordinanza: più di 40 le sanzioni elevate (soprattutto a giovani e giovanissimi).

Controlli nei locali

Anche i locali e gli esercizi commerciali negli ultimi 18 mesi sono stati tenuti d’occhio, e passati al setaccio. Solo per gli schiamazzi notturni, su segnalazione di residenti e per controllo diretto degli agenti, si contano 124 interventi. In tutto sono 37 le sanzioni elevate ai vari esercizi commerciali: molte di queste, nell’ordine di migliaia e migliaia di euro, per il mancato rispetto della chiusura serale (beccati cioè ancora aperti anche dopo l’orario di chiusura). Quattro anche i verbali per vendita e somministrazione di alcol a minori.

Nel lungo elenco non mancano nemmeno 31 multe per occupazione abusiva di suolo pubblico. E i controlli proseguiranno, fanno sapere dal comando. Anche e soprattutto nei mesi estivi, nei fine settimana - quando la movida, ovviamente, si fa più consistente - e nella verifica del rispetto delle nuove norme sulla pedonalizzazione della piazza. Al momento un progetto sperimentale, fino al prossimo autunno prima di tirare le somme e fare un bilancio. Non pochi i commercianti però che già adesso si lamentano. Insomma, si vedrà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Addio a mamma Susanna, caporeparto: il supermercato ha chiuso per lutto

  • Brescia sprofonda di nuovo nell’incubo: 315 nuovi casi e 57 morti in 24 ore

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 5 aprile 2020

  • Coronavirus, cresce la mobilità in Lombardia: "Si spostano decine di migliaia di persone"

Torna su
BresciaToday è in caricamento