rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Mobilità Sostenibile

Emergenza Coronavirus: auto elettriche gratuite a disposizione dei municipi

L’iniziativa prende piede in tutta la Lombardia: sono diverse le aziende che mettono a disposizione gratuitamente auto elettriche per Comuni e associazioni

Auto elettriche messe a disposizione gratuitamente per le amministrazioni comunali, gli enti pubblici e le associazioni impegnate in queste settimane nella dura lotta al Coronavirus: una buona pratica che sta prendendo piede in tutta la Lombardia, la regione purtroppo più colpita dall’epidemia di Covid-19. Sul lago di Garda, per cominciare.

Il progetto di Garda Uno

La multiutility Garda Uno ha concesso l’uso gratuito delle auto Renault Zoe (100% elettriche) impiegate dal giugno scorso nell’ambito del progetto di car sharing Eway: sono state messe a disposizione dei municipi di Desenzano, Salò, Toscolano Maderno e Peschiera del Garda. Le vetture dunque sono state riconvertite a finalità sociali almeno fino al 31 maggio prossimo.

Nel dettaglio, i veicoli destinati a Desenzano andranno al distaccamento della Protezione Civile, mentre le due auto di Peschiera saranno consegnate alla Croce Rossa. L’assistenza tecnica, unitamente agli eventuali interventi manutentivi dei veicoli, sarà completamente a carico della multiutility con sede a Padenghe. “In questo momento così drammatico – fa sapere Mario Bocchio, presidente di Garda Uno – non potevamo non tendere la mano ai nostri Comuni, offrendo loro l’opportunità di utilizzare per fini socio-umanitari le auto elettriche”.

L’iniziativa di E-Vai

E’ sulla stessa linea anche l’intervento di E-Vai, la società di car sharing elettrico del Gruppo Fnm, che ha deciso di offrire gratuitamente le proprie auto ai Comuni o agli enti che sono già clienti della società e a tutti i capoluoghi di provincia della Lombardia. I mezzi possono essere assegnati alle associazioni e ai professionisti che in queste settimane operano in prima linea per fronteggiare l’emergenza sanitaria e garantire i servizi essenziali e di prima necessità: medici, infermieri, volontari della Protezione Civile, volontari che si occupano della distribuzione di farmaci o cibo, personale addetto alla gestione dell’emergenza.

Si tratta in particolare di auto elettriche, con un’autonomia di circa 300 chilometri: anche la ricarica è gratuita in tutte le infrastrutture convenzionate con E-Vai. Tutti i mezzi vengono sanificati prima della consegna, con relativa certificazione. Sono già diversi i Comuni lombardi che hanno aderito all’iniziativa. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus: auto elettriche gratuite a disposizione dei municipi

BresciaToday è in caricamento