Revisioni auto: in Lombardia un affare da 156 milioni di euro

In tutta Italia gli automobilisti spendono quasi un miliardo di euro l’anno per la revisione del proprio veicolo: in provincia di Brescia oltre 22 milioni

Nel 2019 gli automobilisti della Lombardia hanno speso 156,4 milioni di euro per eseguire le revisioni obbligatorie delle loro auto presso le officine private autorizzate. Questo dato emerge da uno studio dell’Osservatorio Autopromotec (che è la struttura di ricerca di Autopromotec, la più specializzata rassegna espositiva internazionale dedicata alle attrezzature e all’aftermarket automobilistico), che  coglie l’occasione per ricordare che nell’ambito delle attività di contrasto alla diffusione del Covid-19 decise dal Consiglio dei Ministri ed inserite nel Decreto “Cura Italia”, c’è anche una norma specifica che proroga di qualche mese la scadenza delle revisioni auto.

Revisione in scadenza? Rinviata ad ottobre

La norma è il comma 4 dell’art. 92 recante “Disposizioni in materia di trasporto stradale e trasporto di pubblico di persone”, secondo cui “è autorizzata fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli da sottoporre entro il 31 luglio 2020 alle attività di visita e prova di cui agli articoli 75 e 78 del Codice della Strada, ovvero alle attività di revisione di cui all’articolo 80 del medesimo codice”. Gli articoli 75, 78 e 80 del Codice della Strada riguardano rispettivamente: l’accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione e omologazione dei veicoli (collaudo); le modifiche delle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione e aggiornamento della carta di circolazione; le revisioni. Quindi tutte le scadenze da oggi al 31 luglio che riguardano tali pratiche sono rinviate al prossimo 31 ottobre 2020.

Quanto si spende in Lombardia

Tornando ai dati, dallo studio di Autopromotec emerge che è Milano la provincia della Lombardia che registra con 48,5 milioni di euro la spesa più alta per le revisioni eseguite nel 2019. Seguono Brescia con 22,3 milioni, Bergamo con 18,5 milioni, Varese con 15,1 milioni, Como con 10,2 milioni, Pavia con 8,6 milioni, Mantova con 7,4 milioni. La graduatoria prosegue poi con Monza e Brianza con 6,8 milioini, Lecco con 6,4 milioni, Cremona con 5,8 milioni, Sondrio con 3,4 milioni e Lodi che, con 2,8 milioni, chiude la graduatoria delle province lombarde. La Lombardia per spesa in revisioni di auto effettuate nel 2019, si colloca al primo posto della graduatoria nazionale per regioni (assorbendo il 16,3% del totale della spesa), seguita dal Lazio al secondo posto e dal Veneto al terzo posto.

Revisioni auto in Italia

Nel 2019 in tutta Italia gli automobilisti hanno speso 960 milioni di euro per la revisione dei propri autoveicoli. Si tratta di un valore in aumento del 2,8% rispetto al 2018, quando la spesa ammontava a 933 milioni. Questa crescita è essenzialmente dovuta all’aumento del numero degli autoveicoli chiamati a revisione (+2,8%), anche perché non vi sono state variazioni né per ciò che riguarda la tariffa fissata per le revisioni né per gli oneri accessori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento