Quando bevi, non guidi: come calcolare il proprio tasso alcolemico

Alcol e guida non vanno d'accordo, mai: per chi sgarra si rischiano dai 500 ai 6.000 euro di multa, l'arresto fino a 1 anno e il ritiro della patente fino a due

Alcol e guida non vanno d'accordo, mai: la guida sicura è sempre senza alcol. Non sono semplici slogan, ma vere perle di saggezza che andrebbero rispettate, sempre. A nessuno ovviamente viene chiesto di diventare astemio, ma di limitare il più possibile il consumo di alcolici prima di mettersi al volante, al di là del rispetto dei limiti di legge. Per chi sgarra, ricordiamo, sono previste sanzioni salate e oltre una certa soglia anche una denuncia penale, con condanna certa.

La normativa attuale: cosa si rischia

La normativa attuale, infatti, stabilisce come valore limite legale il tasso di alcolemia di 0,5 grammi per litro di sangue: guidare un veicolo oltre questo limite costituisce un reato, punito con una decurtazione minima di 10 punti sulla patente, fino al ritiro o alla sospensione dalla stessa. Queste sono le sanzioni previste dal Codice della strada.

  • Guida con tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 grammi per litro: ammenda da 500 a 2.000 euro, sospensione patente da 3 a 6 mesi
  • Guida con tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 grammi per litro: ammenda da 800 a 3.200 euro, arresto fino a 6 mesi, sospensione patente da 6 mesi a 1 anno
  • Guida con tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro: ammenda da 1.500 a 6.000 euro, arresto da 6 mesi a 1 anno, sospensione patente da 1 a 2 anni, sequestro preventivo del veicolo, confisca del veicolo se di proprietà.

Quanto ho bevuto? La tabella e i parametri

Come ricorda il Ministero dell'Interno, il comportamento più sicuro per prevenire un incidente legato all'alcol è proprio evitare il consumo di bevande alcoliche. Il principio di base, comunque, è che i valori di alcolemia presenti nel sangue – per superare l'alcol test – devono rientrare in alcuni parametri. Esiste una tabella specifica, anche se puramente indicativa, che tutti gli esercenti devono esporre all'interno del proprio locale per informare i clienti sulla condotta più prudente e la guida consapevole. 

Questa è la celebre tabella, che potete consultare per intero anche a questo link:

tabella alcol-2

Come calcolare il proprio tasso alcolemico

Il Ministero della Salute fa sapere che non esistono valori di consumo alcolico sicuri quando ci si mette al volante: il comportamento più sicuro per prevenire un incidente correlato all'alcol è quello di evitare di consumare bevande alcoliche. Non va dimenticato, infine, che l'alcol rappresenta in Europa il secondo fattore di rischio di malattia e morte prematura dopo il tabacco. La comunità scientifica internazionale suggerisce sempre il “Less is better”, meno è meglio: la quantità consigliata (da non superare) è di 10 grammi di alcol al giorno per gli adulti e zero per i minorenni.

Sul sito web del Ministero è disponibile un calcolatore online, che permette di verificare in “diretta” gli effetti sul fisico (e i rischi a livello legislativo) di quanto si è bevuto nel corso della giornata. Quando si esagera davvero le sensazioni più frequenti segnalate sono difficoltà di respiro e sensazione di soffocamento, battito cardiaco rallentato, fame d'aria, con il rischio di coma e arresto respiratorio: in casi come questi “la serata è finita male, hai bisogno di un soccorso immediato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Scontro mortale in autostrada: decedute due sorelle bresciane

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

Torna su
BresciaToday è in caricamento