Settimana bollente, massima allerta: a Brescia attesi più di 38 gradi

Tra le zone più calde d'Italia nei prossimi giorni ci sarà anche la provincia di Brescia: venerdì attesi fino a 38 gradi. Come comportarsi nei giorni del picco

Sarà una settimana bollente, nel vero senso del termine: da qui ai prossimi giorni in tutta la provincia le temperature saranno in costante aumento, almeno fino a sabato. Soltanto domenica dunque è attesa una tregua. Per questo il Ministero della Salute a partire da giovedì 30 luglio anche per Brescia lancia l'allarme caldo di “Livello 2”, bollino arancione, ovvero “condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili”.

Nel Bresciano sono 138mila le persone a rischio

L'Ats di Brescia ha già predisposto il consueto “Piano caldo”: la popolazione è stata suddivisa in 14 fasce a rischio crescente di mortalità in relazione alle ondate di calore. Su un totale di 1,179 milioni di assistiti, sono ben 138.502 le persone che rientrano nelle fasce di rischio “alto” e “molto alto”: sono le stesse, fa sapere ancora l'Agenzia di tutela della salute, che nei mesi scorsi erano state segnalate ai medici di base e ai pediatri di famiglia “al fine di facilitare una sorveglianza attiva dei pazienti a maggior rischio di complicazioni legate all'infezione da Covid-19”.

Le previsioni meteo fino a venerdì

Come detto, le previsioni meteo preannunciano un caldo crescente da qui al fine settimana. I bollettini di Arpa Lombardia segnalano massime fino a 36 gradi già mercoledì pomeriggio, e 32 gradi alla sera; già nella mattinata di giovedì si potrebbero raggiungere i 35 gradi, che diventeranno 36,5 nel pomeriggio per poi scendere a 33,5 alla sera. Sulla base dei dati ad oggi disponibili, il giorno più caldo potrebbe essere venerdì: massime fino a 37 gradi già la mattina, 38 gradi e mezzo il pomeriggio, 34,7 gradi la sera con le minime vicino ai 30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come comportarsi quando fa caldo

Per concludere, questi sono i consigli di comportamento di Ats Brescia e Ministero in caso di allerta a livello 2: proteggersi dal caldo in casa, utilizzando (in modo corretto) un condizionatore o un ventilatore; trascorrere le ore più calde della giornata in un luogo climatizzato; praticare attività fisica all'aperto durante le ore più fresche (mattino presto e sera) aumentando l'idratazione; ridurre l'attività fisica nelle altre ore del giorno, evitare le zone più trafficate ma anche i parchi e le aree verdi dove si registrano alti valori di ozono; bere acque a sufficienza, aumentando le quantità in caso di sudorazione intensa; proteggere la pelle dai raggi ultravioletti con creme solari e gli occhi con occhiali da sole; evitare l'esposizione diretta al sole dalle 10 alle 15. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero verde 800 995988.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento