rotate-mobile
Meteo

Paura per la supercella, vento forte e grandine: alberi caduti e strade allagate

La conta dei danni della tempesta che nel primo pomeriggio di venerdì si è abbattuta sul Bresciano.

Un’acquazzone relativamente breve, ma davvero intenso, capace di far finire sott’acqua parte della nostra provincia. È la Franciacorta la zona più colpita dal violento nubifragio di venerdì pomeriggio: vento forte e grandine non hanno risparmiato Palazzolo, Cologne, Rovato, Paderno, Cazzago San Martino e Castegnato.  Questi i Comuni in cui la conta dei danni è maggiore. 

Completamente sott’acqua il centro storico di Palazzolo, la situazione più critica in piazza Roma: bar e attività sono stati invasi dall’acqua. Allagato il sottopasso ferroviario della Sp 573, in direzione di Cologne. Analoga situazione a Paderno, dove in 30 minuti sono caduti circa 53 millimetri di acqua: due donne sono rimaste intrappolate in auto all’interno del sottopasso della Sp 19, completamente invaso dall'acqua. Nessuna drammatica conseguenza, per fortuna: sono state tratte in salvo dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri. 

Passaggio della supercella: il Video

Il corso principale di Rovato si è trasformato in un fiume in piena con conseguente allagamento di scantinati, negozi e abitazioni situate al piano terreno. Danni ingenti anche all’impianto sportivo “Giulio e Silvio Pagani”: spogliatoi e club house sono stati invasi dalla pioggia. 

Alberi secolari abbattuti a Castegnato: Via Gallo è stata chiusa - a causa della caduta di uno dei pini della scuola elementare -  e via Cavour è stata invasa da acqua e fango.

E l’allerta continua: nuove precipitazioni sono attese nelle prossime ore. Temporali, anche di forte intensità, sono previsti nel pomeriggio e nella serata di sabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura per la supercella, vento forte e grandine: alberi caduti e strade allagate

BresciaToday è in caricamento