Meteo

Nubifragi in arrivo, sale l'allerta: "Rischio supercelle e improvvise inondazioni"

Nuovo bollettino meteo

Nella giornata di ieri, giovedì 20 giugno, la Protezione Civile lombarda ha lanciato un'allerta arancione per forti temporali che – nel Bresciano, a partire da mezzogiorno di oggi – colpiranno in particolar modo la Valcamonica, le Prealpi e i grandi laghi. In corrispondenza dei fenomeni più intensi, si legge nella nota di allertamento, "saranno possibili grandinate di medie-grosse dimensioni e forti raffiche di vento". Per precauzione, la Provincia ha deciso di chiudere – sempre a partire dalle 12:00 – la Sp 88 e la Sp 55, all'altezza delle frane verificatesi a Paspardo il 3 novembre 2023 e a Pertica Bassa lo scorso 25 maggio.
Le zone più a rischio dalle 12 di venerdì

Possibilità di supercelle e inondazioni

Non solo nubifragi, forti raffiche di vento e rischio grandine. Secondo Zenastormchaser.it, gruppo di esperti specializzati in eventi meteorologici estremi, tra il pomeriggio e la serata di oggi "la parte fredda della perturbazione raggiungerà il nord-ovest innescando nuovi fenomeni, questa volta ancora più intensi, sul Piemonte in moto verso nord-est, con il rischio di grandinate di medie dimensioni e possibilità di supercelle" (livello 2 e 3 della mappa sottostante). Per i meteorologi, inoltre, saranno possibili improvvise inondazioni "sulle aree alpine per forti sistemi autorigeneranti, sospinti dalla ventilazione sud-occidentale". L'allerta maggiore, nella nostra provincia, sembra riguardare ancora la Valcamonica: tutti i bollettini meteo concordano su abbondanti accumuli di pioggia a partire da metà pomeriggio.
Nei livelli 2 e 3, sarà possibile la formazione di supercelle

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragi in arrivo, sale l'allerta: "Rischio supercelle e improvvise inondazioni"
BresciaToday è in caricamento