Assistenza medica e ospedali: ticket ed esenzioni a Brescia

Breve guida al ticket sanitario: i costi delle varie forme di assistenza, i casi di esenzione dal pagamento

La sanità lombarda (e bresciana) è considerata un’eccellenza in Italia e in Europa. Sempre gratuita nei casi di emergenza-urgenza, ma non nelle varie forme dell’assistenza: per questo esiste il ticket, che rappresenta appunto la quota di partecipazione alla spesa sanitaria, dovuta dal cittadino per le varie forme di assistenza.

Ticket per l’assistenza farmaceutica

Quota dovuta € 2,00 per confezione con un massimo di € 4,00 per ricetta.

Ticket per visite e prestazioni specialistiche

Quota dovuta € 36,00 massimo per ricetta a cui si aggiunge, per le prestazioni specialistiche prenotate dal 1 luglio 2018, una quota variabile per ricetta (da zero a € 15,00), proporzionale al valore delle prestazioni richieste (ai sensi della Legge 111 del 15/07/2011 e della DGR XI/162 del 29 maggio 2018).

Ticket per assistenza termale

Quota dovuta € 55,00 per ciclo di cura se non esente, in base a quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016, oppure € 3,10 se esente parziale o nessuna quota se esente totale.

Ticket prestazioni non urgenti di Pronto soccorso

Quota dovuta € 25,00 per la visita, comprese eventuali altre prestazioni diagnostico-terapeutiche correlate, ad eccezione di alcune categorie di assistiti o prestazioni escluse da tale quota.

Esenzioni

L’esenzione dal ticket esonera il cittadino al pagamento totale o parziale delle varie quote citate poche righe fa. Con D.G.R. n. 6800 del 30.06.2017 Regione Lombardia ha emanato le prime disposizioni attuative in merito alla definizione e aggiornamento dei nuovi Livelli Essenziali d'Assistenza (LEA) come da D.P.C.M 12.01.2017.

I cittadini che si trovano in particolari condizioni di reddito possono avere diritto all'esenzione dal pagamento del ticket sanitario. Alcune esenzioni per reddito sono assegnate automaticamente dal Ministero dell'Economia e Finanze; altre devono essere invece autocertificate sotto la propria responsabilità. Sul sito web di Ats Brescia o sul portale di Regione Lombardia tutte le informazioni in merito.

I cittadini affetti da patologia cronica possono richiedere l’esenzione presentando la certificazione rilasciata da un medico specialista di una struttura pubblica o privata accreditata e la propria Tessera sanitaria. Il diritto all'esenzione è valido per le prestazioni correlate alla patologia.

I cittadini affetti da Malattia Rara possono richiedere l’esenzione presentando la certificazione redatta su apposita modulistica rilasciata dal Presidio ospedaliero abilitato a diagnosticare Malattia Rara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli assistiti con riconoscimento di invalidità civile da parte di INPS per ottenere l'attestato di esenzione devono recarsi agli sportelli territoriali Scelta e Revoca con il verbale che attesta l'invalidità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento