Spese veterinarie: come detrarle dalla tasse

Dichiarazione dei redditi: come detrarre le spese veterinarie dalla tasse, soglia minima e massima di spesa

Forse non tutti sanno che anche la normativa fiscale italiana prevede la detrazione dalle tasse, in sede di dichiarazione dei redditi, le spese veterinarie che abbiamo sostenuto nel corso dell'anno per i nostri amici a quattro zampe, e più in generale gli animali domestici. La detrazione equivale al 19% su una quota che eccede la soglia di 129,11 euro, ma senza superare il limite massimo di spese da detrarre fissato in 500 euro (novità del 2020: fino all'anno prima era di 387,34 euro).

Nella dichiarazione dei redditi le spese veterinarie vanno indicate sul Modello 730 nella sezione I, rigo da E8 a E10 (“altre spese”). Tali spese sono comunque già presenti nel modello precompilato che l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti già a maggio: non dimenticate scontrini e fatture nel caso vi presentiate a un Centro di assistenza fiscale per compilare la dichiarazione.

Spese veterinarie: cosa posso detrarre

Come riferisce Altroconsumo, sono detraibili “le spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva: la detrazione, quindi, non spetta per le spese sostenute per la cura di animali destinati all'allevamento, alla riproduzione o al consumo alimentare”.

Nel dettaglio, si possono detrarre

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Visite dal veterinario, interventi o analisi in clinica e laboratori
  • Farmaci acquistati in farmacia o in negozi di animali

Come detrarre le spese veterinarie

Come detto, per poter detrarre (fino a un massimo di 500 euro) le spese veterinarie è necessario conservare gli scontrini e le fatture, in cui dovrà essere sempre riportato il codice fiscale del soggetto che ha sostenuto la spesa e che ha appunto intenzione di detrarla dalle tasse. Possono chiedere la detrazione tutti coloro che hanno sostenuto la spesa per le cure, anche se non sono i proprietari degli animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento