rotate-mobile
Famiglia

Accesso al Pronto soccorso: istruzioni per l'uso

Piccolo vademecum sull'accesso al Pronto soccorso: meglio non abusare di un servizio che può davvero salvare delle vite

Il Pronto soccorso è un servizio della Rete Sanitaria dedicato all’attività diagnostico/terapeutica d'urgenza ed emergenza sanitaria, attivo 24 ore su 24 e 365 giorni l'anno. Se utilizzato in modo appropriato garantisce un ottimo servizio di emergenza/urgenza a chi vi accede. Vanno però rispettate alcune regole, in modo da ottimizzare il servizio e garantire interventi prioritari a chi ne ha davvero bisogno. Per questo Ats Brescia ha pubblicato un utile vademecum: vediamo i consigli e i suggerimenti più importanti.

Quando si deve andare al Pronto soccorso

Si deve andare al Pronto soccorso

  • in condizioni cliniche di immediato pericolo di vita
  • in caso di necessità urgente e non differibile di terapie mediche specifiche che se non somministrate possono mettere a rischio la propria salute
  • in seguito a danni traumatici o sintomi acuti che interferiscono con le normali attività

Non si deve andare al Pronto soccorso

  • per evitare liste di attesa nel caso di visite specialistiche non urgenti
  • per una semplice prescrizione su ricetta
  • per ottenere controlli clinici non motivati da situazioni urgenti
  • per avere prestazioni che potrebbero essere erogate da Medici o Pediatri di Famiglia, Poliambulatori o da Medici di Continuità Assistenziale (Guardia Medica)
  • per comodità o cattiva abitudine

Come si accede al Pronto soccorso

Si può raggiungere il Pronto soccorso non solo in ambulanza, nei casi più gravi, ma anche con propri mezzi, spontaneamente o inviati su suggerimento del medico o pediatra di famiglia, o dal medico di continuità assistenziale (ex guardia medica). All'arrivo in Pronto soccorso un infermiere effettua il Triage, a assegna un codice colore che indica il livello di urgenza.

  • Codice Rosso. Emergenza: molto critico, pericolo di vita, priorità assoluta, accesso immediato alle cure e intervento tempestivo.
  • Codice Giallo. Urgenza: mediamente critico, presenza di rischio evolutivo, possibile pericolo di vita.
  • Codice Verde. Intervento differibile: poco critico, assenza di rischi evolutivi e di pericolo di vita, prestazioni differibili.
  • Codice Bianco. Non urgente: non critico, pazienti non rugenti e che potrebbero essere visitati da medici di medicina generali o pediatri di famiglia. Il Codice bianco assegnato all fine del percorso di Pronto soccorso prevede il pagamento di un ticket da 25 euro.
  • Codice Argento. Priorità a pazienti anziani o fragili a parità di codice non urgente (attualmente operativo nei presidi di Desenzano, Gavardo, Manerbio, Gardone Valtrompia, Iseo, e a Brescia alla Poliambulanza e al Sant'Anna).

Regole e norme di comportamento

La collaborazione di tutti i cittadini rappresenta un importante fattore per il successo degli interventi in Pronto Soccorso. La priorità di ingresso alla visita è data in base al Codice di Gravità, se state attendendo, qualcuno più grave di voi necessita di un intervento più urgente. L'uso improprio del servizio genera sovraffollamento e disagi distraendo risorse assistenziali alle reali urgenze. Se non siete in condizioni di urgenza assoluta o di grave pericolo, prima di dirigervi al Pronto Soccorso valutate la possibilità di rivolgervi al Vostro Medico, al Pediatra di Famiglia o al Servizio di Continuità Assistenziale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso al Pronto soccorso: istruzioni per l'uso

BresciaToday è in caricamento