Documenti

Posta elettronica certificata a Brescia: tutte le informazioni

Posta elettronica certificata: uno strumento ormai irrinunciabile, soprattutto nelle comunicazioni con la Pubblica amministrazione. Ecco come funziona

La Posta Elettronica Certificata (Pec) ha lo stesso valore legale di una raccomandata tradizionale con avviso di ricevimento. Per certificare l'invio e la ricezione di un messaggio di Pec, il gestore di posta invia al mittente una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e dell’eventuale documentazione allegata. Allo stesso modo, il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna del messaggio, con precisa indicazione temporale.

Come funziona la Pec

Chi intende avvalersi di tale forma di invio telematico deve chiedere il rilascio di una casella di posta certificata ad uno dei certificatori abilitati: basta un clic su Google per visualizzare un sostanzioso elenco. Il funzionamento è presto detto: quando il messaggio via Pec giunge a una casella analoga, il gestore della posta certificata invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna, con l'indicazione di data e orario, a prescindere dall'apertura del messaggio. Quando si tratta di pubblica amministrazione, il responsabile del servizio prende in carico il documento, procede alle verifiche tecniche (come l'eventuale apposizione di firma digitale), poi apre il documento, lo protocolla e lo invia all'ufficio competente.

Come attivare il servizio

Per richiedere l'attivazione del servizio è sufficiente contattare uno dei tanti gestori di Pec: sul sito web dell'AgID, l'Agenzia per l'Italia digitale, è possibile consultare l'elenco completo dei gestori attualmente operativi su tutto il territorio nazionale. La procedura è standard, così come (più o meno) i costi: l'identificazione può avvenire sia "fisicamente", con la presentazione di un documento di riconoscimento personale e codice fiscale, oppure anche in via telematica grazie al servizio Spid, il Sistema pubblico d'identità digitale. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web dell'AgID.

Pubblica amministrazione

Tutti gli enti pubblici hanno l'obbligo di utilizzare la Posta elettronica certificata. Il Codice dell'amministrazione digitale ha stabilito che i privati hanno diritto a richiedere e ottenere l'uso della Pec da parte delle amministrazioni, queste ultime devono istituire, infatti, almeno una casella di Posta elettronica certificata.

E’ possibile consultare ed estrarre gli indirizzi Pec di qualsiasi ente pubblico grazie all’Indice delle Pubbliche amministrazioni, consultabile a questo link. Come detto, ogni Pubblica amministrazione ha l’obbligo di creare una casella Pec per ogni registro di protocollo e comunicare ciascun indirizzo all’AgID.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posta elettronica certificata a Brescia: tutte le informazioni

BresciaToday è in caricamento