Università Centro / Via di Porta Pile

Porta Pile: 50 alloggi, sale lettura e una terrazza panoramica con vista castello

Ruspe al lavoro in Via Porta Pile: abbattuto il vecchio edificio, si lavora al nuovo studentato universitario

Prosegue spedito il cantiere di Via Porta Pile: è qui che l’Università di Brescia realizzerà il nuovo studentato che prevede 50 alloggi per universitari. Lo annuncia il sindaco Emilio Del Bono, che per l’occasione entra nel merito di alcune informazioni di servizio: in occasione del cantiere resteranno chiuse al traffico Via Porta Pile, tra Via San Faustino e Via Nino Bixio, e Via delle Battaglie tra Via Porta Pile e Via Fratelli Bandiera. Rimane vietata la sosta (con rimozione forzata) su entrambi i lati di Via Porta Pile nel tratto tra il civico 11 e il civico 19/C, e su entrambi i lati di Via delle Battaglie tra Via Porta Pile e il civico 71/A.

Il progetto, ricordiamo, è stato annunciato alla fine dello scorso anno e ha preso forma concreta in questi ultimi mesi. Nel dettaglio, si tratta del recupero di un immobile di proprietà dell’ateneo, rimasto a lungo inutilizzato e dunque anche in precarie condizioni di conservazione. Vicinissimo alle sedi di Giurisprudenza e di Economia, fa sapere l’Università, verrà ristrutturato seguendo una logica “rigenerativa” per il centro storico cittadino.

Un progetto da 2,8 milioni di euro

L’intervento è cofinanziato dal Fondo per l’edilizia universitaria e le grandi attrezzature scientifico, per un totale di circa 2,8 milioni di euro. L’opera dovrebbe essere pronta all’uso entro l’agosto del prossimo anno. Il progetto prevede la completa demolizione del vecchio edificio e la riedificazione, nel rispetto della sagoma precedente. Nel nuovo stabile troveranno posto spazi per studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo: oltre allo studentato, dunque, anche uffici, sale comuni e sale riunioni e lettura.

Al quinto piano una terrazza panoramica

L’ampio spazio aperto al quinto piano sarà adibito a terrazza, attrezzata con pergotenda, tavoli e sedie, “così da favorire - scrive ancora l’ateneo bresciano - sia la frequentazione per studio sia momenti di socializzazione all’aria aperta, con un’ampia vista sul castello e sul centro storico: da qui, infatti, la vista spazia a 360 gradi per connettere visivamente questo ulteriore importante tassello dell’Università con la città storica”.

“Dopo la restituzione alla città del complesso della Madonna del Lino - spiega il rettore Maurizio Tira - l’Università di Brescia continua l’opera di riqualificazione del proprio patrimonio edilizio con l’edificio di Porta Pile. Si realizza così l’impegno di crescita, contenuto nel Piano strategico, per aumentare gli spazi per uffici a servizio del campus diffuso nel centro storico. La nostra università si conferma uno dei motori della rigenerazione urbanistica della città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Pile: 50 alloggi, sale lettura e una terrazza panoramica con vista castello

BresciaToday è in caricamento