rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Università

Inaugurazione dell'anno accademico: in università la ministra Bernini

La ministra Bernini ha partecipato all'inaugurazione dell'anno accademico

"Ognuno ha una favola dentro, che non riesce a leggere da solo. Ha bisogno di qualcuno che, con la meraviglia e l'incanto negli occhi, la legga e gliela racconti". La ministra Anna Maria Bernini ha citato anche Pablo Neruda in occasione dell'inaugurazione del 41esimo anno accademico dell'Università degli Studi di Brescia. La titolare del dicastero dell'Università e della Ricerca (ora noto come Mur) ha partecipato come special guest al tradizionale appuntamento andato in scena lunedì nell'aula magna della facoltà di Medicina e Chirurgia.

L'intervento della ministra

Alla ministra Bernini il compito del saluto istituzionale: "La pandemia prima, la guerra in Ucraina poi - ha detto - Brescia, ancora una volta, ha dimostrato la sua forza e il suo coraggio nel superare le difficoltà, da autentica leonessa d'Italia. Così come la città ha dimostrato di avere un anima d'acciaio, anche il suo ateneo sta reagendo con forza e dinamismo: grazie al personale docente, tecnico-amministrativo, bibliotecario e agli studenti, per come è stata gestita la fase della pandemia senza dimenticare nessuno, dando a ciascuno l'opportunità di essere presente e di non perdere l'opportunità dell'offerta formativa: il vostro impegno e la vostra forza hanno consentito che si andasse avanti".

Uno sguardo al futuro: "Il nostro ministero ha istituito un fondo per la ricerca industriale, finanziato quest'anno con 50 milioni di euro, che saliranno a 250 a partire dal 2025". E ancora, il Pnrr: "Con i suoi 9 miliardi per ricerca e innovazione ha aperto le porte a una nuova fase, un'iniezione di investimenti e riforme. Ma il Governo sta lavorando per poter consolidare questi risultati e per guardare oltre il Pnrr, la nostra sfida più grande. In legge di bilancio abbiamo destinato altri 500 milioni di risorse aggiuntive per le borse di studio, garantendole anche per il 2025 e il 2026, oltre ad aver incrementato gli importi e ampliato la platea dei beneficiari. Abbiamo poi appostato altri 300 milioni per la ricerca applicata".

L'inaugurazione dell'anno accademico

All'inaugurazione dell'anno accademico hanno partecipato anche il rettore Francesco Castelli, alla sua prima inaugurazione, il rappresentante degli studenti del corso di studio in Giurisprudenza Mattia Rebessi, il rappresentante del personale tecnico-amministrativo Moris Cadei, il professor Francesco Negro a cui è stata affidata una lectio magistralis sulle neurotecnologie, ovvero "una finestra sul sistema nervoso dell'uomo". Gran finale conviviale con il Chorus Universitatis Brixiae: sala piena e tutto esaurito, l'anno accademico al via.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurazione dell'anno accademico: in università la ministra Bernini

BresciaToday è in caricamento