rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Università

Si torna in aula, un po' alla volta: così a Brescia riparte anche l'università

Da lunedì 19 aprile di nuovo in presenza, anche se parzialmente: tutte le regole per un ritorno in sicurezza in università

Di nuovo in presenza, anche se “parzialmente”: non solo scuole medie e superiori, anche gli universitari bresciani da lunedì 19 aprile sono tornati in aula. Da allora e fino al 31 luglio, infatti, alla Statale di Brescia si applicheranno le prescrizioni contenute nell'ultimo Decreto rettorale. E dunque, le attività didattiche e curricolari collettive torneranno a svolgersi “parzialmente” in presenza, anche in funzione della ridotta capienza delle aule.

Proseguiranno comunque anche tutte le attività didattiche a distanza, al fine di garantire il diritto allo studio a chi non potrà essere presente. Il nuovo Decreto rettorale sarà valido, come detto, fino al 31 luglio, salvo “eventuali nuove disposizioni normative o regolamentari”, ma nel rispetto di alcuni principi fondamentali: distanziamento, igiene delle mani, mascherine, igiene di ambienti e superfici, adeguata areazione negli ambienti chiusi.

Accesso alle sedi e spazi comuni

Per ogni complesso didattico, devono essere valutati i flussi di entrata ed uscita. L’accesso a ciascuna sede è consentito su base giornaliera, solo a studentesse e studenti in possesso di una prenotazione per una o più lezioni presso la sede o per l’utilizzo di un’aula studio previa rilevazione della temperatura. Le prenotazioni devono essere esibite a richiesta del personale di servizio e/o docente.

L’accesso alle sedi universitarie per motivi diversi, per i quali non è attiva la prenotazione, è consentito previa consegna dell’autocertificazione relativa allo stato di salute. Apposita segnaletica indica le vie di ingresso e di uscita, regola la corretta circolazione delle persone nonché il corretto posizionamento in aula. Per ogni aula sono definite la capienza e le modalità di utilizzo, come da segnaletica esposta.

Laddove possibile, gli orari di inizio delle lezioni sono stabiliti in modo da permettere flussi di studenti sfalsati temporalmente. Le studentesse e gli studenti in possesso dei requisiti di accesso possono muoversi all’interno della sede, osservando i vincoli indicati dalla segnaletica, rispettando le norme di sicurezza, evitando assembramenti nel rispetto del Protocollo di sicurezza.

Aule e lezioni

Nelle aule con posizionamento libero delle sedute degli studenti, le postazioni sono collocate alla distanza minima di un metro. Nelle aule con postazioni fisse la distanza media tra le stesse è preventivamente identificata e le sedute non utilizzabili sono appositamente segnalate. Alle aule, ed agli spazi universitari aperti agli studenti, si applicano procedure di sanificazione quotidiane. 

Considerato che la capienza delle aule subisce una drastica riduzione di posti utilizzabili per poter rispettare la distanza minima di un metro tra uno studente e l’altro, la precedenza per le lezioni in presenza viene data alle matricole e alle lezioni dei corsi che prevedono laboratori didattici e/o tirocini, nonché agli insegnamenti che presentano un numero ridotto di studenti, tale da poter facilmente essere accolto nelle aule a disposizione. Come detto, le lezioni sono erogate anche a distanza.

Laboratori, biblioteche e aule studio

I laboratori didattici obbligatori sono organizzati (nel limite del possibile) in presenza, nel rispetto delle indicazioni anti-contagio, come del resto per tutte le attività in presenza. Per quanto riguarda le biblioteche, sono attivi – su appuntamento o mediante prenotazione tramite apposita app – i servizi di front office per il prestito librario per studenti e personale, ma è anche ammessa la consultazione, sempre su prenotazione, predisponendo misure idonee di distanziamento. Infine, le aule studio: sono aperte e possono essere utilizzate per lo studio individuale, previa prenotazione. 

Esami di laurea e di profitto

Gli esami di profitto si svolgono in presenza, nel rispetto dei distanziamenti, della capienza delle aule e dei protocolli di sicurezza. Non si escludono “eccezioni motivate”, per esempio nel caso di esami scritti per eccessiva numerosità degli studenti rispetto alla capienza delle aule. E' consentito lo svolgimento delle prove a distanza per gli studenti che non possono presentarsi di persona. 

Anche gli esami di laurea si svolgono in presenza, nel rispetto dei protocolli. L'accesso di parenti e amici è ammesso ma limitato. E' consentito lo svolgimento delle prove a distanza, in contemporanea alle prove in presenza, per tutti gli studenti che non possono presentarsi di persona (ma solo per documentati motivi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si torna in aula, un po' alla volta: così a Brescia riparte anche l'università

BresciaToday è in caricamento